News
domenica, 1 gennaio 2006

HOLLYWOOD SI TINGE DI GIALLO

di Redazione
(KIKA) LOS ANGELES, 25 AGO A pochi giorni dal debutto a Venezia di “The Black Dahlia” di Brian De Palma arriva la notizia di un nuovo film che racconterà degli efferati delitti (e fra questi proprio quello dellattrice Elisabeth Short, soprannominata la Dalia Nera) avvenuti all’ombra della collina di Hollywood. La New Line ha acquisito […]
(KIKA) LOS ANGELES, 25 AGO A pochi giorni dal debutto a Venezia di “The Black Dahlia” di Brian De Palma arriva la notizia di un nuovo film che racconterà degli efferati delitti (e fra questi proprio quello dellattrice Elisabeth Short, soprannominata la Dalia Nera) avvenuti all'ombra della collina di Hollywood. La New Line ha acquisito i diritti per “Black Dahlia Avenger”, un tomo di oltre 460 pagine nato dalla penna di Steve Hodel, ex detective della sezione omicidi della polizia di Los Angeles. Nel libro l’autore descrive con dovizia di particolari le indagini che egli stesso ha condotto sui casi piu' celebri d'America, rimasti irrisolti per decenni, e spiega quali indizi lo hanno spinto a indicare il suo stesso padre, George Hodel, come l'autore di quegli omicidi. La notizia, che e¹ stata pubblicata dal giornale Americano ”Variety”, giunge a pochi giorni dal debutto sul grande schermo del film di Brian De Palma, “The Black Dahila”, adattamento cinematografico del romanzo omonimo di James Ellroy che del libro di Hodel ha scritto l'introduzione. Steve Hodel, che ha indossato la divisa per quasi venti anni investigando su circa 300 casi, e' andato in pensione dopo la morte del padre ricevendo in quella occasione un album di fotografie. Alcune di queste ritraevano l’uomo con la Dalia Nera. Nel suo racconto l¹ex poliziotto va alla ricerca della vera identita¹ del padre, dando vita a un ritratto singolare, in parte spaventoso e in parte affascinante, in cui il vecchio Hodel appare come un nuovo Hannibal Lecter, responsabile di una dozzina di omicidi. “Nelle mie ricerche ho scoperto che mio padre era il principale sospettato – ha dichiarato Steve Hodel, che del film sara' produttore esecutivo – ma la polizia di Los Angeles a quei tempi era corrotta e le prove che avrebbero potuto incastrarlo furono distrutte”.


Ultime in News
News correlate