News
lunedì, 1 gennaio 2007

Renee Zellweger, non ho tempo per l’amore

di Redazione
(KIKA) LOS ANGELES,  23 GEN –  Dopo aver conquistato il grande pubblico vestendo i panni di Bridget Jones, Renee Zellweger arrivera’ nelle sale italiane il 6 aprile con “Miss Potter”, diretto da Chris Noonan, in cui interpretera’ un altro personaggio complesso, quello di Beatrix Potter, autrice di popolari fiabe per bambini, divenute best seller della […]
Renee Zellweger - Beverly Hills - 16-01-2007 - Renee Zellweger, non ho tempo per l’amore Renee Zellweger - Beverly Hills - 15-01-2007 - Renee Zellweger, non ho tempo per l’amore Renee Zellweger - Beverly Hills - 16-01-2007 - Renee Zellweger, non ho tempo per l’amore Renee Zellweger - Beverly Hills - 15-01-2007 - Renee Zellweger, non ho tempo per l’amore
(KIKA) LOS ANGELES,  23 GEN -  Dopo
aver conquistato il grande pubblico vestendo i panni di Bridget Jones, Renee
Zellweger arrivera’ nelle sale italiane il 6 aprile con “Miss Potter”, diretto
da Chris Noonan, in cui interpretera’ un altro personaggio complesso, quello di
Beatrix Potter, autrice di popolari fiabe per bambini, divenute best seller
della letteratura per l’infanzia. “In questa pellicola mi trasformero’ in una
donna timida e introversa, che aveva pochi amici, e questi pochi non erano
esseri umani – ha spiegato l’attrice che per questo ruolo ha anche ottenuto una
nomination ai Golden Globes – “Miss Potter era sempre in compagnia di animali
con cui passeggiava nelle campagne inglesi e che poi disegnava nei minimi
dettagli: ragni, conigli, api, rane, porcospini, anatre e volpi. Una donna
eccentrica”. Una figura complessa, tutt’altro che equilibrata, quella che Renee
Zellweger ha interpretato sul set: “Beatrix Potter era una persona
dall’immaginazione vivissima, cresciuta a causa della sua adolescenza isolata
dal resto della societa’. Lei viveva nei parametri decisi dalla madre, molto
autoritaria, che aveva delle aspettative che a lei non interessavano. Era la
classica ragazza di buona famiglia dell’ottocento che, secondo le regole di
allora avrebbe dovuto aspirare solo a un buon matrimonio. A lei tutto questo
non interessava e si rifugiava in un mondo fantastico”. Il film, che si
concentra piu’ sulla vita sentimentale della scrittrice piuttosto che su quella
artistica, racconta cosi’ la storia di una donna in controtendenza che,
nonostante gia’ promessa in sposa a un uomo, si innamora del suo editore e
proprio durante quella storia d’amore inventa il coniglio Peter Rabbit, il suo
personaggio piu’ popolare. “Miss Potter” e’ una storia semplice, di quelle che
hanno il sapore d’altri tempi e che puo’ ancora piacere: “Non credo che siamo
diventati un popolo di cinici. Perche’ non devono piu’ piacere le storie
semplici? Se si racconta una bella storia, una storia umana, la gente si
appassiona, semplice o meno che sia”. Punti  in comune con il suo ultimo personaggio Renee Zellweger ne
ha solo qualcuno: “a differenza di Miss Potter io rientro nella norma. Sono una
persona normale e tengo molto alla mia normalita”. Entrambe, pero’, sono
romantiche, anche se l’attrice qualche rimpianto ce l’ha: “sono romantica, ma
non ho molto successo in amore. Non ce l’ho perche’ non ho tempo, non solo per
l’amore, ma per una semplice vita sociale. Ora pero’ ho deciso di riservarmi
piu’ spazio, voglio ritornare a vedere gli amici. Non si puo’ vivere di solo
lavoro, per quanto divertente esso possa essere”. Intanto l’attrice si lascia
conquistare da Ewan Mc Gregor, almeno sul set: “Avevo lavorato con Ewan in
“Down with love” e sapevo quanto era bravo a comunicare emozione senza parlare.
Di questo c’era bisogno per il suo personaggio. L’ho detto al regista e lui era
d’accordo”. 

Ultime in News
News correlate