Politica Italiana
venerdì, 11 luglio 2014

Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi

di Marcello Puddu
Si aggrava la posizione dell'ex senatore nel processo d'appello sul caso Ruby
Silvio Berlusconi - Roma - 16-03-2013 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Ruby - Milano - 04-04-2013 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Silvio Berlusconi - Milano - 24-04-2010 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Silvio Berlusconi - Roma - 18-12-2012 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Silvio Berlusconi - Roma - 07-02-2013 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Silvio Berlusconi - Roma - 21-05-2014 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Silvio Berlusconi, Bruno Vespa - Roma - 23-05-2014 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Karima El Marough - Milano - 04-04-2013 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Karima El Marough - Milano - 18-09-2013 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Ruby - Milano - 08-10-2012 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Ruby - Vienna - 19-10-2012 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Ruby - Milano - 14-01-2013 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Ruby - Milano - 14-01-2013 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Ruby - 11-02-2013 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi Francesca Pascale, Silvio Berlusconi - Milano - 09-12-2012 - Il sostituto procuratore: confermare la condanna a Berlusconi
MILANO - Il sostituto procuratore generale Pietro De Petris ha chiesto la conferma della condanna a sette anni di carcere per Silvio Berlusconi in occasione della requisitoria per il processo d’appello sul caso Ruby.

“Non c’è ragione alcuna per concedere all’imputato le attenuanti generiche, sia per il complessivo comportamento tenuto dall'imputato, sia per il precedente penale della condanna per il caso Mediaset”, ha dichiarato il magistrato.

De Petris ha respinto la richiesta della difesa di inviare gli atti al tribunale dei ministri: un'istanza già presentata in primo grado.

Sette anni di carcere e interdizione a vita dai pubblici uffici: è questa la sentenza emessa lo scorso anno dal tribunale di Milano contro l’ex senatore Silvio Berlusconi, che è stato quindi dichiarato colpevole in primo grado di concussione per costrizione e prostituzione minorile.

In conclusione il sostituto procuratore generale ha  definito di solo "interesse mediatico, ma a mio parere ha un rilievo processuale uguale a zero sentire testi come George Clooney o Cristiano Ronaldo”.

Ultime in Politica Italiana
News correlate