kikapress

Premier League: la favola del Leicester di Ranieri

Tra le favole più belle di questa stagione calcistica quella del Leicester allenato da Claudio Ranieri merita senza ombra di dubbio la copertina. Mai campione d’Inghilterra in oltre cent’anni di storia, il Leicester a sei giornate dalla fine vanta sette punti di vantaggio sul Tottenham secondo in classifica. Abbastanza per far pensare ai tifosi di quello che è diventato il ‘King Power Stadium‘ al raggiungimento di un sogno che sembrava impensabile a inizio stagione, vista la potenza economica delle corazzate impegnate nella massima serie inglese.


Ma come ha fatto l’ex tecnico di Fiorentina, Roma, Parma, Inter e Juventus in Italia, che all’esterno ha guidato anche Chelsea e Monaco, a costruire una squadra capace di mettere in fila vere e proprie multinazionali del pallone come l’Arsenal, il Manchester City, il Manchester United, il Liverpool e lo stesso Chelsea che come detto fu allenato dal tecnico romano? Sicuramente nessuno, anche a Leicester, alla vigilia della stagione pensava alla possibilità del raggiungimento di un traguardo tanto prestigioso. Certo, i ragazzi di Ranieri per coronare questo sogno dovranno fare ancora un piccolo sforzo e tenere a distanza le inseguitrici, Totthenam in primis. Se negli atri campionati europei, compresa la Serie A, già ora sembra tutto deciso in Premier League le emozioni continueranno ad esserci fino all’ultimo. E’ forse proprio questo uno dei motivi che ha di fatto relegato il campionato inglese tra i più seguiti a livello mondiale.

Il fascino delle Foxes

Ci sono tante storie nelle storie all’interno del Leicester di quest’anno, a partire dal bomber Jamie Vardy, pochi anni fa attivo tra i dilettanti ed ora bomber principe della Premier League. Tanto da essersi anche guadagnato la maglia della Nazionale, realizzando all’esordio uno strepitoso gol di tacco nella vittoria in rimonta che l’Inghilterra ha ottenuto a Berlino in casa della Germania. Poi c’è l’imprendibile esterno d’attacco algerino Mahrez, che in estate sarà sicuramente l’elemento della squadra più corteggiato sul mercato, e l’inesauribile Daniel Drinkwater, idolo dei tifosi.

 


E pensare che tutto era iniziato da una clamorosa beffa, tre anni fa, col Leicester che nella finale per la promozione in Premier League contro il Watford, sprecò il rigore della qualificazione al 96′, per poi subire in contropiede trenta secondi dopo la rete che regalò la promozione diretta agli avversari. Leicester è una città famosa in Inghilterra per il rugby, con i Tigers che sono una delle formazioni di club più forti d’Europa. Ora però anche il Leicester City sembra pronto a ritagliarsi il suo posto nella storia, mandando i tifosi di calcio più in estasi di quanto quelli di rugby siano mai stati.