Cinema e TV
sabato, 16 luglio 2016

Gabriella Pession: “La rabbia è stata la mia forza”

di Federica Volpe
L'attrice parla dei suoi progetti, dei nuovi obbiettivi e dell'infortunio sportivo.
GABRIELLA PESSION GFF PHOTOCALL

GABRIELLA PESSION FOTO DI ANDREA BERETTONI



 

La seconda giornata del Giffoni Film Festival, si è aperta con la bellissima Gabriella Pession, tornata alla manifestazione per ragazzi dopo diversi anni. L’attrice, nata negli Stati Uniti, vanta infatti anche esperienze oltreoceano nella serie televisiva Crossing Lines di Edward Allen Bernero. Il popolare TvShow girato tra Parigi, Nizza e Praga, è stato trasmesso in oltre 80 paesi nel mondo.

Ma l’Italia è sempre l’Italia, lo dice anche la Pession, che infatti, dopo un’esperienza durata due anni in USA, ha scelto di tornare a vivere nel Bel Paese, senza però escludere collaborazioni col suo paese natale.

“Tornerò presto in America perché ho impegni col mio manager lì. Spesso mi chiedono cosa mi ha spinta a tornare qui dopo aver lavorato lì ed io rispondo sempre che la vita è fatta anche di qualità. Io amo vivere qui. Gli Stati Uniti offrono molte possibilità, ma io non voglio diventare vittima di un sistema più grande di me”

L’ultima volta che ha preso parte a questo festival, il tema era Emozioni. Gabriella descrive così il suo personale percorso da Emozioni a Destinazioni

“E’ sicuramente un cerchio che si evolve, anche a livello personale. Dieci anni fa ero molto più emotiva, oggi lo sono meno, forse perché ho trovato la mia destinazione in un posto, nella scelta di alcuni progetti lavorativi, in quella di tornare a vivere nel mio paese. Se dovessi scegliere, sceglierei sempre come sto oggi”



La bellissima protagonista di EX - Amici come prima, è stata anche una pattinatrice a livello agonistico. Il suo sogno infatti era proprio quello di perseguire una carriera sul ghiaccio. Sogno spezzato da un terribile infortunio. L’impatto che questo avvenimento ha avuto sulla sua vita e carriera, però, è stato tutt’altro che negativo.

“Forse l’infortunio è stato il regalo più grande per la mia carriera” confessa “lo sport è fatto di tante sconfitte. Io non sono mai arrivata prima in una gara. Lavoravo come chi arrivava prima, ma non riuscivo mai a raggiungere quel traguardo. Io mi rapporto al lavoro nella stessa maniera in cui mi rapportavo al pattinaggio, sapendo che non c’è nulla di scontato. Puoi fare un provino magnifico e non essere presa, un film brutto può andare benissimo ed uno sensazionale, andare terribilmente. Lo sport mi ha dato una certa lucidità. Bisogna impegnarsi al massimo ed essere sempre professionali a prescindere dal film o dalla serie”

Un percorso, quello di Gabriella, davvero variopinto e non certo noioso, che lei descrive con tre parole chiave

“Perseveranza, fortuna e rabbia. La rabbia è un motore fortissimo. Da ragazza ero molto arrabbiata per il desiderio di voler fare mille cose. Oggi mi sento molto più libera nelle scelte. Ma la rabbia mi ha aiutata, perché si tramuta poi in forza”

Ha terminato ieri le riprese di una fiction di Lucarelli, La Porta Rossa, lavoro di cui è entusiasta

“E’ un lavoro molto profondo, i dialoghi non sono piatti. E’ un rischio, perché è un progetto diverso dagli altri, ma le battaglie le vinci anche cambiando direzione. Io interpreto Anna, la protagonista. E’ la storia di questo poliziotto che muore lasciando sua moglie Anna, un giovane magistrato. Il loro matrimonio è in crisi e, nel momento del trapasso lui vede una pistola puntata verso di lui e quindi non riesce ad entrare nella porta rossa e resta in un limbo tra la vita e la morte per cercare di ricostruire ciò che è accaduto. La storia noir comincia proprio da lì. Il mio personaggio ritrova suo marito proprio dopo la sua morte. Quando era in vita, erano entrambi chiusi dietro ai rancori. Quando qualcuno muore si resta nudi di fronte al ricordo, per cui il mio personaggio si innamora nuovamente del marito proprio dopo averlo perso”

Per il momento, Gabriella Pession, si gode il meritato riposo, ma assicura che ci saranno tantissimi nuovi progetti che la porteranno anche, forse, ad allargare gli orizzonti dell’ambito della produzione

“Ho appena acquistato i diritti di uno spettacolo teatrale di Patrik Marvel, lo sceneggiatore, due volte candidato agli Oscar, per Closer e Diario di uno Scandalo. Ho deciso di portare il suo lavoro in Italia e stiamo cercando di portarlo anche al cinema, ma è un processo difficile e lungo”

Loading the player...
Video di Puddu/Bruschi/Rosi
Ultime in Cinema e TV
News correlate