Salute e Tecnologia
giovedì, 22 ottobre 2015

Le tendenze tecnologiche del lavoro del futuro

di Christian Fusero
Le organizzazioni hanno bisogno del talento delle persone.
Se c’è qualcosa in cui possiamo essere tutti d’accordo, è che il panorama lavorativo e occupazionale sta cambiando e anche molto rapidamente. Viviamo in un mondo in costante movimento e soggetto a trasformazioni,  che ci chiede di essere pronti ad accogliere i continui cambiamenti e le sfide cui dobbiamo per forza adattarci, se non vogliamo rimanere indietro e per stare al passo con i tempi.

Uno di questi rilevanti cambiamenti coinvolge la sfera lavorativa e il modo in cui vengono svolti i vari tipi di lavoro. In gioco entrano numerosi fattori da quelli socio-economici ai modi in cui viene esercitata la leadership da parte, ad esempio, del capo di un’impresa.

Dal momento che gli affari sono affari, sono i “capi” che prendono le decisioni più importanti, stabiliscono le regole e le comunicano ai vari sottoposti che, a loro volta, le trasmettono ai lavoratori. Ma, come dice Dan Pink: “Le organizzazioni hanno bisogno del talento delle persone molto più di quanto le persone con talento abbiano bisogno delle loro organizzazioni, cosicché i leader devono assicurarsi che le persone di talento siano felici e soddisfatte”. I lavoratori stanno cominciando a prendere decisioni anche nel modo in cui deve essere fatto un dato lavoro, entro quanto, chi lo deve fare, quali tecnologie devono essere impiegate per realizzarlo.



Perché questi cambiamenti si stanno verificando proprio in questo momento? Vi presentiamo qui di seguito uno studio di settore compiuto dalla nostra redazione, che ha preso in analisi alcuni aspetti legati al settore dell’iGaming e delle nuove tecnologie. Dall’indagine emerge che dobbiamo tenere sempre in considerazione 5 fattori legati al futuro lavorativo.



I nuovi comportamenti generati dai social media e da internet

Se qualcuno vi avesse detto dieci anni fa che il mondo ha il potere di accedere alla vostra mente per leggere i vostri pensieri, e verificare tutte le informazioni disponibili su di voi, lo avreste sicuramente considerato pazzo. Ma provate a guardarvi intorno: adesso non ci dà più fastidio rendere le nostre cose pubbliche, creare comunità, condividere, comunicare, scrivere,  accedere a diverse informazioni, e tutto questo sta cambiando le nostre esperienze personali. Questi nuovi atteggiamenti stanno avendo un effetto sulle organizzazioni, costringendole ad adottare alcune modifiche radicali nelle loro strategie. Vodafone.it ha giocato su questi elementi per raggiungere un bacino di oltre un milioni di utenti su facebook, elemento essenziale per promuovere il suo brand e diffondere i prodotti da commercializzare.

Le tecnologie

Big Data, il Cloud computing, Internet, robot e sistemi software, le piattaforme di collaborazione e altre nuove tecnologie, stanno cambiando il modo in cui lavoriamo e viviamo. Il Cloud computing rappresenta il potere della tecnologia al servizio dei lavoratori. Robot e sistemi software stanno facendo ripensare il lavoro che la gente può e deve fare. I dati di massa ci aiutano a capire meglio come lavoriamo e come i clienti si rapportano con noi. Le piattaforme collaborative ci forniscono costante comunicazione tra persone e informazioni, in qualunque momento, luogo e con qualsiasi dispositivo.

La “generazione y” nel lavoro: nuovi atteggiamenti, aspettative e metodi di lavoro

Si stima che entro il 2020 la "generazione Y" rappresenterà circa il 50% della popolazione attiva e entro il 2025 tale percentuale raggiungerà il 75%. Il cuore della "generazione Y" , “the Millenials”, non solo saranno portatori di nuovi punti di vista, idee, valori e stili di lavoro, ma cresceranno a vista d’occhio viste le loro competenze nel settore delle nuove tecnologie. Ciò significa che le aziende devono cambiare la loro mentalità e cercare di creare ambienti in cui le persone che assumono non solo hanno bisogno di lavorare ma desiderano veramente lavorare in quel posto. Un esempio numerico di questa rivoluzione è racchiuso all’interno di un’infografica sul gioco d’azzardo: il sito specializzato Gaming Report ha evidenziato come il settore dei giochi coinvolga oltre 160mila addetti ai lavori, di cui molti appartenenti alla generazione Y e con competenze avanzate nel settore tecnologico.

Mobilità: lavorare in qualsiasi momento. Dovunque e con qualsiasi dispositivo

Oggi, quando si deve fare il proprio lavoro, non ha molta  importanza  dove ci si trova. Finché è possibile connettersi a Internet, è probabile che si può accedere alle stesse persone e alle stesse informazioni come se si stesse lavorando in un ufficio. Siamo collegati ovunque siamo, sia in un aereo a 10.000 metri o in un caffè. Esempio pratico: migliaia di giovani italiani arrivano a guadagnare anche 25mila euro al mese con le nuove tecniche dell’internet marketing.

Globalizzazione

Si riferisce essenzialmente alla capacità delle organizzazioni di lavorare in un mondo in cui non esistono più confini. Il mondo sta diventando una specie di grande città. La lingua che si parla, la moneta che si utilizza e dove ti trovi sono fattori stanno diventando sempre meno importanti . È possibile lavorare a San Francisco e avere i propri clienti a Pechino e Melbourne. Ogni volta ci sono sempre meno ostacoli nel lavorare con chiunque, ovunque, e tutti questi fattori indicano che questa tendenza continuerà.

 
Ultime in Salute e Tecnologia
News correlate