Cronaca estera
mercoledì, 23 marzo 2016

La scia di sangue nell’Occidente: da New York a Bruxelles

di Alessandro Cona
11 settembre 2001: da allora, 15 anni e molti attentati nelle più importanti capitali.
 

 

 

BRUXELLES - Gli attentati nei quali hanno perso la vita 31 persone a Bruxelles (GUARDA IL VIDEO DELL'ATTENTATO) sono l'ennesima conferma che l'Europa e l'Occidente sono ormai stabilmente nel mirino del terrorismo islamico.

Solo a novembre scorso una serie di esplosioni incrociate squarciava la città di Parigi, provocando la morte di 128 persone.



La scia di sangue però ha avuto un inizio, l'11 settembre 2001 e da allora è stata un escalation di morte.

Quel giorno l'Occidente e l'America si sono risvegliati vulnerabili dopo l'attacco alle Torri Gemelle e la morte di oltre tremila persone. Da allora, il terrorismo ha colpito negli anni alcune tra le più importanti capitali del pianeta.
Ultime in Cronaca estera
News correlate