giovedì, 19 ottobre 2017

Arrivano i consigli di Giovanni Ciacci su “Barba e Baffi”

di Antonio Palmentieri
Grazie ai consigli di Ciacci si potrà scegliere la barba giusta da fare
Folta o rada? Con baffi o senza? Per scoprire di che barba siete fatti affidatevi a questo originale e divertente manuale dedicato alla barba e al suo insospettabile universo. L’esperto d’immagine Giovanni Ciacci ci guida in un viaggio attraverso moda e costume maschile nel corso dei secoli, svelandoci i trucchi e i consigli necessari per avere una barba sempre impeccabile!



Grazie ai consigli di Giovanni Ciacci potrai scegliere fra una barba a punta, perfetta con un taglio di capelli corto, o una a due punte, la French Fork amata dai Pirati dei Caraibi che anche in una metropoli non vogliono rinunciare a uno stile rock and roll. E non meno importanti sono i baffi: Salvador Dalì, Freddie Mercury e Tom Sellek ne hanno fatto un segno distintivo, particolare e, perché no, anche sexy.

Il primo pelo di barba che spunta sul viso segna il passaggio dall’infanzia alla maturità maschile, un momento che ogni ragazzo attende con trepidazione, emozione e un po’ di paura: e ora come si cura la barba? Come posso avere un pizzetto perfetto senza rischiare di sembrare uno che ha appena incontrato Jack lo Squartatore?

giovanni ciacci

(foto di Giovanni Gastel)



Dall’antico Egitto a oggi la rasatura ha sempre assunto una sacralità da rituale, portare o meno la barba, curarne una in particolare era il simbolo di una scelta di vita: Giovanni Ciacci ci accompagna con la sua contagiosa simpatia in un viaggio sull’evoluzione della barba nei secoli. Dalle barbe appuntite dei faraoni spazia a quelle virili di greci e romani, passando per l’aura di saggezza assunta nel Rinascimento e quella di anticonformismo e ribellione del Risorgimento, fino a oggi quando il fascino old school dei barber shop americani ha visto sbocciare la moda hipster.

giovanni ciacci

Dopo un decennio di corpi glabri, la barba è tornata prepotentemente un must have per tutti gli uomini e il motivo è semplice: sono molti gli studi che sostengono che un uomo barbuto abbia una maggiore tendenza a relazionarsi con gli altri e sia più attraente durante un colloquio di lavoro.

La moda è stata rilanciata da David Beckham, seguito da attori come Ben Affleck, George Clooney, fino a dilagare caratterizzando nelle sue molteplici varianti i look di nerd, bear, indie e trend setter. Per questo motivo il libro parla a tutti coloro che non si fermano davanti all’apparenza, odiano le etichette e desiderano sfoggiare una magnifica barba sia con una gonna che con un pantalone!

giovanni ciacci

Una barba folta offre possibilità infinite di stili, dal classico allo stravagante fino all’audace. Le barbe giganti sono intrepide, per coraggiosi veri, mentre quelle medio-piccole sono alla moda e moderne. L’importante è seguire una corretta routine mattutina, idratando la pelle e scegliendo il rasoio migliore, altrimenti una barba lunga potrebbe diventare troppo simile a quella di Gandalf del Signore degli Anelli!



Giovanni Ciacci è costumista teatrale, cinematografico, televisivo e noto esperto di look. Inizia la sua carriera curando l’immagine della showgirl Valeria Marini nella prima edizione del Bagaglino. Ha lavorato come stylist con fotografi e registi del calibro di Helmut Newton, Ellen Von Unwerth, Bigas Luna, Giuseppe Patroni Griffi, Giorgio Albertazzi, Massimo Ranieri. Tra le numerose star da lui seguite ricordiamo Mariangela Melato, Francesca Neri, Antonella Clerici e Caterina Balivo.

Ultime in Fashion
News correlate