Calcio
Parigi - martedì, 10 ottobre 2017
Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia
La Serie A vuole frapporsi tra l'ambito trofeo e i soliti noti
Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia

(KIKA) - PARIGI - Si avvicina la nuova edizione del Pallone d'Oro, l'ambito trofeo che verrà consegnato al calciatore più forte del mondo durante la cerimonia del 6 dicembre prossimo, tutt'altro che sfarzosa, negli uffici del quotidiano che lo ha istituito, France Football. È difficile pensare che possa esserci un vincitore diverso da Cristiano Ronaldo, ma la Serie A potrebbe rappresentare un degno ostacolo presentando cinque candidati, un numero considerevole che mancava addirittura dal 2009.

Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia Pallone d'Oro 2017: la rivolta dell'Italia

Edin Dzeko e Dries Mertens sono le sorprese, Leonardo Bonucci, Paulo Dybala e Gianluigi Buffon le conferme dopo una stagione di assoluto livello, rovinata solamente dalla sconfitta contro il Real Madrid nella finale di Champions League di Cardiff. Tra loro, sul podio potrebbe esserci spazio per il portiere della Juventus, desideroso di coronare la sua carriera con un premio che lo ripagherebbe di tutti i sacrifici compiuti. La vittoria sarebbe inoltre una chiara rinascita dell'Italia stessa, da aggiungersi ai successi dei predecessori Omar Sivori nel 1961, Gianni Rivera nel 1969, Paolo Rossi nel 1982, Roberto Baggio nel 1993 e Fabio Cannavaro nel 2006.

Ultime gallerie in Calcio
News correlate