venerdì, 8 marzo 2013
Le ondate di film di moda a Hollywood
Dall'Everest alle principesse Disney, ecco le ultime tendenze
Christian Bale contro Tom Hardy. Non è un nuovo Batman, film in cui Hardy ha interpretato Bane, uno dei nemici dell’uomo pipistrello. Questa è una battaglia più sottile, quella fra film su un argomento molto simile, con caratteristiche comuni ma con un taglio diverso, che escono nello stesso periodo. Al momento, infatti, sono in lavorazione almeno due storie che riguardano il monte Everest: una, quella con Bale, racconta la storia di una spedizione fallita nel 1996, l’altra la storia del britannico George Mallory, che negli anni Venti tentò più volte di arrivare sulla cima. L’ultima volta che fu avvistato, l’8 giugno 1924, era a meno di 250 metri di parete dalla vetta. Non si sa se riuscì a compiere la sua impresa, ma il suo cadavere fu ritrovato solo nel 1999.

La storia di Mallory sarà raccontata da Doug Liman, che l’ha tratta da un libro di Jeffrey Archer. Bale, invece, sarà diretto da Baltasar Kormakur, ispirato dal volume Into thin air di Jon Krakauer, uno dei sopravvissuti del gruppo che ha visto la morte di otto persone fra cui la guida Rob Hall, che avrà appunto il volto di Christian Bale. Insomma, nessuna delle storie è nuova, né lo sono i libri da cui sono tratte ma, come succede spesso a Hollywood, basta una voce sull’interessamento di un regista o di un attore famoso a un certo argomento perché si scateni la corsa alla produzione.

Sta succedendo anche per il filone delle principesse Disney, che ora sono in versione live action. Film tratti dalle favole sono sempre stati realizzati, ma due versioni di Biancaneve nello stesso anno, e con un taglio moderno, sono più di una coincidenza. Ora tocca alla principessa Aurora, ma la vera protagonista sarà la cattiva della Bella addormentata, Malefica, interpretata da Angelina Jolie. Se questo film è in lavorazione ormai da tempo, uscirà a luglio 2014, si parla appena del cast per Cenerentola: per il ruolo titolare il regista Kenneth Branagh vorrebbe Emma Watson, con cui ha lavorato in Harry Potter e la camera dei segreti e in My week with Marilyn. La matrigna è già stata assunta: sarà Cate Blanchett a far penare la futura principessa.

Negli ultimi mesi, comunque, sono stati svariati i film ispirati alla Disney, dal visionario Alice in Wonderland di Tim Burton, al Cappuccetto rosso con Amanda Seyfried, Beastly, una versione della Bella e la bestia, con Vanessa Hudgens, e Jack il cacciatore di giganti, che proprio in questi giorni sta fallendo al botteghino. Nessuno di questi, tranne Alice, ha comunque avuto un grande successo, mentre è andata un po’ meglio la nuova versione di Hansel e Gretel. Tutti, ovviamente, sono usciti nel giro di pochissimo tempo, col rischio di stufare il pubblico.

D’altronde, non è una novità: nel 2005 erano uscite due versioni della storia di Truman Capote, una, Capote, con Philip Seymour Hoffman e Catherine Keener, l’altra, Infamous, con Toby Jones e Sandra Bullock, i due protagonisti in un cast di star. Entrambi i film si concentrano sulla relazione con Perry Smith, uno dei due assassini della vicenda raccontata in A sangue freddo. Nel secondo caso, diretto da Douglas McGrath, Smith aveva il volto di Daniel Craig.
News correlate