martedì, 29 settembre 2015
“Il sequel di Trainspotting potrebbe non chiamarsi Porno”
Danny Boyle è pronto a rimettersi al lavoro per il seguito del film cult anni Novanta.
LOS ANGELES – Danny Boyle è pronto a rimettersi al lavoro dopo il biopic tanto atteso su Steve Jobs, il mitico fondatore della Apple che sarà interpretato da Michael Fassbender. Il prossimo film del regista premio Oscar sarà il sequel del cult anni Novanta Trainspotting, Porno.

Nelle ultime ore però, l’autore ha fatto sapere – in modo scherzoso – che starebbe pensando di cambiare titolo alla pellicola: “Stiamo cercando di chiamarlo T2, ma potrebbero nascere delle questioni con James Cameron. Dovrei implorare e dovremo andare da Cameron per chiedergli, ‘Che cosa ne pensi’?”.

Per quanto riguarda la realizzazione del film invece, in una recente intervista Boyle aveva dichiarato: “Gireremo tra maggio e luglio del prossimo anno (2016, ndr), abbiamo una sceneggiatura strepitosa. Sono molto contento perché temevo che il copione sarebbe stato perfetto solo per due dei quattro attori. Speriamo di poter riuscire a finire in tempo per rilasciare il film nel 2016, che è l’anno del ventesimo anniversario”.

Nel cast del sequel di Trainspotting ritroveremo gli stessi attori della pellicola originale datata 1996: Ewan McGregor (Mark Renton), Johnny Lee Miller (Sick Boy), Robert Carlyle (Begbie) ed Ewan Bremner (Spud), con Kelly Macdonald nei panni della protagonista femminile.

GUARDA LE IMMAGINI DEL FILM ORIGINALE

Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 - Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 - Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 - Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 - Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 - Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 - Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 - Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 - Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 - Trainspotting - Los Angeles - 28-09-2015 -
News correlate