giovedì, 6 febbraio 2014
The Hateful Eight, storia di un copione rubato
Lo script di Quentin Tarantino pubblicato su internet. Il regista lo riscriverà
Alla fine, Quentin Tarantino è tornado sui suoi passi.  The Hateful Eight si farà. Il regista ha deciso di procedere comunque alla realizzazione del progetto, pur riscrivendone il copione. Ferma restando  la causa milionaria che il regista avrebbe intentato contro i responsabili della fuga di notizie.

Cosa era successo? Una quindicina di giorni fa il regista delle Iene era andato su tutte le furie  e aveva deciso di cestinare il suo prossimo film, il western The Hatelful Eight, dopo che il copione era finito nelle mani sbagliate era stato pubblicato addirittura su internet.

Il regista aveva raccontato di aver consegnato lo script solo a sei persone, incluso il produttore Reggie Hudin e gli attori Bruce Dern, Tim Roth e Michael Madsen.  Come sempre Tarantino era stato tassativo sulla necessità di segretezza riguardo ai suoi film. Pochi giorni dopo però il regista aveva iniziato a ricevere telefonate. Qualcosa era andato storto, qualcuno aveva tradito e il copione era finito addirittura online. «Sono molto, molto depresso - aveva detto Tarantino alla testata Deadline - Avevo finito la prima bozza di uno script e non volevo girarlo prima del prossimo inverno, tra un anno. L'avevo consegnato solo a sei persone, e apparentemente è trapelato». Una volta scoperto il suo copione online Tarantino aveva dato mandato ai suoi legali perché facessero immediatamente causa al sito che aveva pubblicato il copione, una richiesta di danni da un milione di dollari presentata al giudice del tribunale di Los Angeles.


Per Tarantino quell’episodio e quel film erano a quel punto solo un brutto ricordo: “Passerò a un altro progetto. Ho altre 10 storie come quella”, aveva concluso infuriato, spiegando che semmai avrebbe ripreso il progetto in futuro.

Ma il futuro sembra essere già arrivato. Dopo la rabbia iniziale per il tradimento infatti, l’attore e regista avrebbe deciso di tornare sui suoi passi, riscrivere il copione e coinvolgere uno dei suoi più leali collaboratori. Jackson è praticamente in ogni film di Tarantino dai tempi di Pulp Fiction. Lui non lo tradirà.
News correlate