sabato, 18 luglio 2015
The Revenant, Leonardo DiCaprio non ha paura della morte
Diretto dal premio Oscar Inarritu, il film racconta la storia del cacciatore Hugh Glass.
Leonardo DiCaprio non ha paura della morte nel primo trailer di The Revenant, il nuovo attesissimo film del regista messicano Alejandro G.Inarritu, premio Oscar lo scorso anno per Birdman. “Non ho più paura di morire ormai, perché sono già morto”. Sono queste le prime parole bisbigliate da un barbutissimo DiCaprio nel trailer ufficiale pubblicato qualche ora fa dalla 20th Century Fox, che distribuirà la pellicola. Dopo i numerosi tentativi andati a vuoto con film-capolavoro come Titanic, Blood Diamond, The Aviator, Shutter Island, Inception e Il Lupo di Wall Street, il divo di Hollywood proverà ancora una volta l’assalto al premio Oscar come migliore attore protagonista, il riconoscimento tanto agognato che non è mai riuscito a far suo, scatenando spesso per questo molta ironia e qualche polemica. 
Loading the player...
Video di 20th Century Fox

La pellicola, tratta dall’omonimo romanzo di Michael Punke (a sua volta ispirata a fatti realmente accaduti) e adattata per il grande schermo da Mark L.Smith (Vacancy) e Inarritu, racconta la storia del leggendario cacciatore di pelli Hugh Glass (DiCaprio). Nel 1823, durante una missione, il protagonista viene gravemente ferito da un orso, prima di essere derubato e abbandonato a se stesso dalla coppia formata da John Fitzgerald (Tom Hardy, Mad Max: Fury Road) e Jim Bridger (Will Poulter, Come ti Spaccio la Famiglia), i due uomini che Glass aveva pagato perché stessero con lui e lo aiutassero a guarire. Contro ogni pronostico, però, il personaggio interpretato da DiCaprio sopravvive e, per avere la sua vendetta, percorre oltre trecento chilometri in solitaria e in mezzo al nulla sulle tracce dei due ladri. Nel cast figura anche l’attore irlandese Domnhall Gleeson (Questione di tempo ed Ex Machina).
Il film è stato girato in Alberta, Canada, un angolo del globo davvero suggestivo: “Giriamo in luoghi della Terra tanto lontani e remoti che ogni volta, solo di viaggio perdiamo il 40% della giornata – aveva dichiarato il regista Inarritu durante le riprese – Sono ambientazioni così meravigliose e potenti che sembrano non essere mai state toccate da alcun essere umano. E questo era proprio quello che mi serviva”. Sempre per quanto riguarda le modalità di ripresa, tutte le scene sono state girate utilizzando l’illuminazione naturale durante l’inverno, e quindi con pochissimo tempo a disposizione. “In queste condizioni diventa molto difficile girare ogni singola scena – raccontava Inarritu – È un lavoro molto dispendioso sia a livello emotivo sia a livello tecnico. Mi sono messo di nuovo nei guai da solo insomma, ma sto facendo del mio meglio”.
Alla fotografia vi è il ‘Chivo’ Emmanuel Lubezki, anch’egli messicano, due volte premio Oscar con Gravity di Alfonso Cuaròn nel 2013 e Birdman con lo stesso Inarritu.
The Revenant uscirà il giorno di Natale nelle sale cinematografiche statunitensi, mentre per vederlo in Italia bisognerà attendere il 28 gennaio 2016.
TIZIANO MARINO
 
News correlate