sabato, 3 maggio 2014
Tom Hanks e Steven Spielberg tornano a lavorare insieme
Faranno un film, ancora senza titolo, sulla Guerra Fredda.
Sono passati 10 anni dall’ultima volta in cui Tom Hanks e Steven Spielberg hanno lavorato insieme (a The Terminal) ed ora il sodalizio sembra rinnovarsi.

Attore e regista, due autentiche potenze a Hollywood, lavoreranno insieme ad un progetto ancora senza titolo su un fatto realmente accaduto durante la Guerra Fredda. Si tratterà di un thriller ambientato tra il 1960 e il 1962 e basato sulla vera storia di James Donovan, un avvocato di grido newyorkese (che appunto sarà interpretato da Tom Hanks) e che sarà incaricato dalla Cia di manovrare dietro le quinte il negoziato per la liberazione del pilota statunitense Francis Gary Powers, abbattuto dai sovietici mentre era in missione segreta, alla guida del celebre aereo spia U-2.

Era il primo maggio del 1960 quando l’aereo fu intercettato e abbattuto sui cieli sovietici. Inizialmente gli Stati Uniti negarono che il velivolo stesse conducendo una missione di spionaggio, tuttavia, quando fu rivelato che il pilota era stato catturato vivo, furono costretti ad ammettere le loro responsabilità. Le iniziali bugie del presidente Eisenhower e della Cia furono motivo di imbarazzo per gli Stati Uniti e incrinarono ulteriormente i già difficili rapporti Est-Ovest durante la Guerra Fredda.  Fu questo infatti uno degli episodi più rilevanti fra quelli che portarono alla crisi missilistica del 1962.

L’Unione Sovietica sottopose Power a processo condannandolo a tre anni di prigione e sette di lavori forzati. Gli Stati Uniti furono invece dichiarati dai sovietici nemici della pace. Il 10 febbraio 1962, però, grazie alle trattative portate avanti dall’avvocato Donovan, Powers fu liberato in cambio della spia sovietica Vilyam Fisher.

Se sul pilota dell’U-2 abbattuto era già stato fatto un film per la tv (nel 1976, dal titolo Francis Gary Powers: The True Story of the U-2 Spy Incident ), della figura dell’avvocato James Donovan, Hollywood non aveva ancora parlato e sarà dunque proprio su questa parte della storia che sarà incentrato il film che vedrà riuniti Hank e Spielberg e che sarà prodotto dalla Dreamworks.

Tom Hanks e Steven Spielberg hanno iniziato la loro collaborazione insieme nel 1998 con il drammatico Salvate il soldato Ryan,  grande successo cinematografico che vince cinque Oscar fra cui quello per il miglior regista andato allo stesso Spielberg,  e incassò più di 200 milioni di dollari al botteghino. I due tornarono poi a collaborare insieme nel 2002 con Prova a prendermi, basato sulla storia vera del genio degli assegni falsi Frank Abbagnale Jr. (interpretato da Leonardo DiCaprio, mentre Hanks era il poliziotto che gli ha dato la cacciaper moltissimi anni prima di catturarlo in Francia). Prova a prendermi fu un altro grande successo al botteghino che ottenne due candidature agli Oscar.

Due anni dopo attore e regista tornarono a lavorare insieme con The Terminal, anche questo basato sulla storia realmente accaduta di un emigrante dell’est europeo che fa dell’aeroporto JFK di New York la sua temporanea residenza dopo che, a causa di una guerra civile nel suo paese d’origine, si ritrova senza un passaporto ritenuto valido dagli Stati Uniti.

Questa pellicola non ebbe lo stesso successo delle precedenti e Spielberg e Hanks interruppero, almeno sino ad oggi, la loro collaborazione al cinema.

Attore e regista hanno lavorato insieme anche in tv, come produttori della mini serie tv del 2001 Band of Brothers,  basata sugli avvenimenti che precedettero e seguirono il D-day,  durante la Seconda Guerra Mondiale.

La grande storia del ventesimo secolo dunque si dimostra essere una delle principali fonti di ispirazione dei progetti artistici di Tom Hanks e Steven Spielberg.





News correlate