Interviste
 
È la terza pellicola in cui madre e figlia collaborano, ecco le parole della 32enne.


(KIKA) - HOLLYWOOD - Dove eravamo rimaste è il terzo film in cui gli appassionati di cinema potranno vedere all’opera Meryl Streep insieme alla figlia 32enne Mamie Gummer.


E' stata mia madre a propormi il film. Arriva a casa, sbatte il copione sul tavolo. Lo sfogliamo insieme. Ci diamo un'occhiata complice e le dico: Sì, siamo pronte per recitare di nuovo insieme”, le parole della figlia dell’attrice premio Oscar all’Huffington Post.
Nel film la Gummer veste i panni di Julie, figlia della rockstar Ricki, che anni addietro aveva scelto di abbandonare le figlie per dedicarsi alla musica e alla vita trascorsa club to club. Dopo anni e il fallimento delle rispettive carriere, le due saranno chiamate alla riconciliazione.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Tale madre tale figlia: quando la bellezza è di famiglia

 


Come è arrivata questa proposta di lavoro? : “E' stata mia madre a propormi il film. Arriva a casa, sbatte il copione sul tavolo. Lo sfogliamo insieme. Ci diamo un'occhiata complice e le dico: Sì, siamo pronte per recitare di nuovo insieme".
Un copione che lascerebbe pensare a spunti biografici propri della famiglia Streep-Gummer, ma Mamie ha tenuto a precisare a Vanity Fair: “Assolutamente no. Mia madre è agli antipodi di Ricki. Anzi, penso sia riuscita a fare qualcosa di davvero straordinario. Non ha mai smesso di fare il lavoro che ama con tutta se stessa, ma al tempo stesso è riuscita a dare alla sua famiglia e ai suoi figli la priorità su tutto il resto”.



©RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime in Interviste
News correlate