Interviste
 
Il Pontefice ha telefonato ieri sera a due amici italiani
(KIKA) – ROMA - Quando è suonato il telefono di casa, in famiglia Valente-Falasca mai avrebbero pensato che dall’altra parte della cornetta ci fosse il nuovo Papa. E invece era proprio lui. Ieri sera, pochi attimi dopo la sua elezione, Francesco I deve aver chiamato le persone a lui più care e tra queste ci sono  anche due giornalisti romani: Gianni Valente, corrispondente dell’Agenzia Fides, e Stefania Falasca, che aveva lavorato per il mensile religioso 30Giorni.

La giornalista ha raccontato la conversazione telefonica in un’intervista televisiva mentre ora, comprensibilmente, il suo cellulare è rovente: “Quando siamo tornati a casa eravamo ancora increduli - ha raccontato - Poi ha squillato il telefono, erano le 10 circa, ha risposto mio figlio ed era… il Papa! Gli ho detto che non sapevo come chiamarlo! Santo Padre? Papa? Ci ha fatto un saluto semplice, come è lui. Ci ha chiesto di pregare per lui e mi ha detto di salutare mio marito e i nostri figli”.

Quando vi siete conosciuti?
Gianni:
“Ci conosciamo dal 2002, quando l’ho intervistato la prima volta. L’ho incontrato in Argentina dove mi sono recato spesso per reportage giornalistici. In questi anni, da un rapporto professionale di intervistato-intervistatore, siamo poi arrivati ad avere un rapporto di amicizia, di vicinanza spirituale.”
Ultime in Interviste
News correlate