Interviste
 
L'attore: "Non sarò di certo io a impedire una cosa del genere. Sarebbe fantastico".


(KIKA) - HOLLYWOOD - Deadpool è atteso dal 18 febbraio nelle sale italiane dopo aver esordito positivamente sui grandi schermi statunitensi. Star incontrastata della pellicola Marvel è Ryan Reynolds, che con la sua attillatissima tuta rossa cercherà di tenere alta la bandiera dei supereroi, anche se in questo caso parliamo più di un antieroe, della Comics che in questi anni hanno conquistato le simpatie di milioni di spettatori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: FANTASTICI 4, LE ORIGINI DEI SUPEREROI MARVEL


Deadpool nasconde l’identità di Wade Winston Wilson, è anche detto il Mercenario Chiacchierone a causa della parlantina incessante e il suo potere principale è un potente fattore rigenerante scaturito da un tumore alla fase terminale.

Oltre alla genesi del personaggio da lui interpretato, Ryan Reynolds ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni, sulle colonne di Variety, in merito alla possibilità di una relazione omosessuale in un futuro sequel di Deadpool: “Non sarò di certo io a impedire una cosa del genere. Sarebbe fantastico. Amo quel lato di Deadpool. Amo il fatto che possa infrangere ogni barriera. In futuro, spero che possiamo infrangerne di più.

Il regista del film, Tim Miller, ha sempre definito il supereroe pansessuale, ovvero un individuo che ha la capacità di amare una persona indipendentemente dal suo genere. Esulta la comunità gay, ma i creatori di Deadpool hanno sempre cercato di smorzare i toni del dibattito: “Le cellule cerebrali di Deadpool sono in movimento continuo. Adesso può essere gay, l'attimo dopo etero”.



 

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime in Interviste
News correlate