Interviste
 
Il regista Lucio Pellegrini: "Abbiamo messo insieme attori di livello e attori esordienti"


(KIKA) - ROMA - Tutto può succedere è la nuova fiction di RaiUno a firma di Lucio Pellegrini con un cast molto popolare nel panorama del piccolo schermo nostrano: Maya Sansa, Licia Maglietta, Giorgio Colangeli, Pietro Sermonti, Ana Caterina Morariu, Alessandro Tiberi, Camilla Filippi e Fabio Ghidoni.



 

Si tratta del remake della serie tv americana Parenthood, a sua volta trasposizione del film di Ron Howard Parenti, amici, e tanti guai: “La cosa più complessa è stata fare il cast: cercavo attori in grado di portare commedia e dramma. Nella fiction si mescolano momenti di leggerezza e di commozione. Abbiamo messo insieme attori di grande livelli e attori esordienti. È stato complesso anche realizzare scene con tanti attori contemporaneamente, anche 16 intorno a un tavolo", ha dichiarato il regista durante la conferenza stampa di presentazione.



 

In una scena della fiction, Sermonti, il simpatico Stanis La Rochelle di Boris si fuma una canna: "È uno dei migliaia dei temi raccontati in questa storia. I genitori si interrogano dopo aver trovato l'erba; è una fotografia di avvenimenti che accadono nella società. Essere inclusivi significa anche avere rispetto per la varietà. Il tema è la preoccupazione dei genitori. La scena è leggera e semplice".



 

 

 

 

Le vicende sono ambientate tra Roma e Fiumicino e sono coinvolte tre generazioni dei Ferraro: la famiglia protagonista di Tutto può succedere. La colonna sonora della fiction invece, sono affidate a Giuliano Sangiorgi e Raphael Gualazzi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime in Interviste
News correlate