venerdì, 25 settembre 2015

Alessandro ed Elisabetta, a Londra due editori italiani da Oscar

di Simona Foti
Partiti da Roma come traduttori, hanno fondato a Londra la loro casa editrice.

LONDRA - ESCLUSIVO - Se una volta l'America era la terra delle opportunità, in cui realizzare i propri sogni personali e professionali, ora chi ha ambizioni può fare un po' meno strada e approdare in Gran Bretagna, come hanno fatto Alessandro Gallenzi ed Elisabetta Minervini. Lui romano, lei pugliese, entrambi laureati in Lingua e Letteratura Inglese, dopo la laurea e le prime esperienze lavorative in Italia, nel 1997 si trasferiscono a Londra.

Prima collaborano come traduttori, poi Alessandro crea da zero, collaborando con un editore giordano, una casa editrice che ripropone classici dimenticati, con prefazioni scritte da autori famosi. Finché non decide di spiccare il volo con Elisabetta, divenuta nel frattempo sua moglie, e con lei fonda la casa editrice Alma Books. Il loro progetto cresce e oggi, nella nuova sede di Richmond dove Virginia Woolf fondò la Hogarth Press, sono una concreta testimonianza di come impegno e lavoro consentano di realizzare i propri sogni e di come il know-how italiano si dimostri un plus all'estero e possa addirittura puntare... all'Oscar!



Già, perché è stata proprio la Almabooks a pubblicare Travelling to Infinity (In viaggio verso l'infinito), l'autobiografia di Jane Hawking su cui è basato La Teoria del tutto, il film che racconta la storia d'amore tra il fisico Stephen Hawking e la sua prima moglie Jane: la pellicola ha commosso e appassionato i telespettatori di tutto il mondo e anche i giurati degli Academy Awards, che hanno premiato il suo protagonista, Eddie Redmayne, con la statuetta più ambita, quella di miglior attore protagonista, candidando il film anche alla miglior sceneggiatura non originale.

"Dell'Italia mi manca il sole - dice Alessandro - ma l'Inghilterra ci ha dato grandi opportunità, soprattutto quella di lavorare, crescere, e di essere giudicati per quello che facciamo e non per le persone che conosciamo." Gli fa eco la moglie Elisabettam che sta scrivendo per un altro editore inglese un libro di ricette tradizionali pugliesi: "Ai giovani diciamo di non rinunciare ai loro sogni e alle loro ambizioni e di impegnarsi a fondo per realizzarli".



DISPONIBILE INTERVISTA
News correlate