venerdì, 18 marzo 2016

Cuochi a colori, la cucina multiculturale… a domicilio!

di Chiara Bruschi
"Il cibo non è solo la risposta al bisogno di nutrirsi, ma diviene scrigno di storie".

MILANO - ESCLUSIVO - La storia di Cuochi a colori inizia con l'associazione di volontariato Arcobaleno, che si occupa, da più di trent’anni, di accoglienza agli stranieri e di intercultura nella città di Milano.

"Ci siamo accorti nel tempo che le persone che arrivano nel nostro Paese in cerca di lavoro, per necessità si adattano a lavori occasionali non qualificati, perdendo gran parte delle loro competenze. Come poter recuperare il portato culturale e professionale di ognuno?", si chiedono sul loro sito web.

GUARDA LE FOTO



"Abbiamo iniziato a proporre delle cene invitando amici ad assaggiare le cucine dei diversi Paesi elaborate da cuochi o da persone appassionate ed esperte - si legge ancora - Ci siamo subito accorti che non si trattava solo di cibo o di cucina, bensì di un vero e proprio scambio culturale. Il cibo, così, non è solo la risposta al bisogno primario di nutrirsi, ma diviene scrigno di storie, racconto della propria terra, della propria famiglia, del proprio popolo".

Cuochi a Colori vuole portare a casa tua la cultura e le tradizioni di Paesi lontani passando attraverso la cucina di quei luoghi. In cucina le ricette raccontano l'arte dell'incontro tra elementi.

IL MATTARELLO: IN CUCINA CONTRO IL DISAGIO PSICHICO

Loading the player...
Video di Chiara Bruschi


 
News correlate