venerdì, 26 febbraio 2016

Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali

di Redazione
Il prete palermitano, cugino del regista Giuseppe Tornatore: "Così lodo il Signore".

(KIKA) – PALERMO – ESCLUSIVO – C’erano quasi trecento persone alla messa che ha avuto luogo al Rifugio del cane abbandonato della Favorita, a Palermo. Ad assistere alla cerimonia un nutrito numero di insoliti fedeli: un gruppo di devoti a quattro zampe che hanno ricevuto la benedizione di Don Gino Lo Galbo, 77 anni, parroco della basilica Ss. Trinità La Magione.

Un rituale per nulla estraneo alla liturgia cattolica. “Nel benedizionale ufficiale della chiesa, a pagina 445, c’è un capitolo intitolato proprio Benedizione degli Animali – spiega Lo Galbo, cugino da parte di madre del regista Giuseppe TornatoreAnch’essi sono creature di Dio e partecipano attivamente alla vita degli uomini”.

GUARDA LE FOTO:

Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cane - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cani e padroni - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Cane - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali Don Gino Lo Galbo - Palermo - 04-10-2015 - Don Gino Lo Galbo, il parroco che benedice gli animali


Mentre agita l’aspersorio davanti al muso dei quadrupedi in braccio ai loro padroni, Don Gino recita una formula ben precisa: “Oh Dio, fonte di ogni bene, che negli animali ci hai dato un segno della tua provvidenza e un aiuto nella fatica quotidiana, per intercessione di San Francesco fa’ che sappiamo servirci saggiamente di essi, riconoscendo la dignità e il limite della nostra condizione umana”. I motivi che portano gli avventori a presentarsi alla messa con i loro animali domestici sono svariati. “Alcuni magari sono malati e i padroni sono fiduciosi che con la preghiera possano guarire”.

Don Gino non possiede animali: “Sono sempre in giro, non potrei accudirli a dovere, ma non appena smetterò di esercitare mi piacerebbe adottare un cagnolino. Amo molto i chihuahua. Eppure è convinto del ruolo fondamentale che gli animali hanno nel mondo: “Dio ha creato prima gli animali e poi gli uomini, e a ognuno ha dato un nome. Pensi quanto rispetto ha avuto nei loro riguardi”. La benedizione, che ha avuto il pregio di avvicinare tanti giovani alla chiesa, per Don Gino ha un significato speciale: “Mentre la pratico, penso che sto facendo la volontà del Signore. Con quel gesto io lodo il buon Dio.

GUARDA ANCHE:

Loading the player...
Video di Chiara Bruschi


 
News correlate