venerdì, 16 ottobre 2015

Gaio il Calzolaio: “Sono uno degli ultimi sciuscià d’Italia”

di Simona Foti
Un mestiere del passato, che però ha ancora un futuro!

VERONA - ESCLUSIVO - Ricordate gli sciuscià resi celebri dall'omonimo film di Roberto Rossellini? Una parola italianizzata dall'inglese "shoe shine", lucidatore di scarpe: un mestiere antico, una tradizione che molti credevano estinta, ma non è così. Ce lo dimostra Michele Massaro, in arte - è proprio il caso di dirlo - Gaio il calzolaio, che nella sua bottega veronese di Viale Spolverini 10 si prende cura di scarpe e stivali... come uno sciuscià d'altri tempi: ne sono rimasti solo cinque in Italia, oltre a lui due a Roma e uno a Milano e uno a Napoli.

"Sono figlio d'arte - ci spiega Gaio/Michele - mio padre faceva il calzolaio e io già a otto anni davo il colore alle scarpe. Dopo il servizio militare, a 19 anni, sono entrato in bottega e... non ne sono mai uscito!"

Cosa che in realtà non è del tutto vera, visto che Michele, armato degli attrezzi del mestiere e vestito di tutto punto con il suo frac, partecipa agli eventi vintage e alle gare d'equitazione dove si dedica alla lucidatura degli stivali di fantini e cavallerizze. E l'impronta vintage si nota anche nella sua bottega candida: "Guardate il sedile: me lo ha costruito mio cugino ed è proprio come quelli di una volta!"

 

"Ho cominciato per gioco, ora lo faccio sempre," spiega, aggiungendo che per il suo mestiere c'è sempre mercato: "Specie di questi tempi, le scarpe non si buttano ma si fanno riparare. Ma io non riparo solo scarpe: le faccio anche, per chi è disposto a spendere un po' di più per avere un articolo personalizzato e proprio su misura". L'artigianato è una grande risorsa e una grande tradizione del nostro Paese e Michele lo conferma pienamente!

Ecco Michele al lavoro con i suoi clienti in bottega: guarda la gallery!



Sarah Jessica Parker: una vera patita delle scarpe! Sarebbe stata cliente di Gaio? Guarda il video!

Loading the player...
Video di pc


 
News correlate