martedì, 19 giugno 2012

Fonderia Sacchetti: si lavora per Ducati e Ferrari

di Massimo Rosi
Il terremoto ha distrutto tutto, ma gli operai non mollano
Fonderia Scacchetti - 01-06-2012 - Fonderia Sacchetti: si lavora per Ducati e Ferrari Fonderia Scacchetti - 01-06-2012 - Fonderia Sacchetti: si lavora per Ducati e Ferrari Fonderia Scacchetti - 01-06-2012 - Fonderia Sacchetti: si lavora per Ducati e Ferrari Fonderia Scacchetti - 01-06-2012 - Fonderia Sacchetti: si lavora per Ducati e Ferrari Fonderia Scacchetti - 01-06-2012 - Fonderia Sacchetti: si lavora per Ducati e Ferrari Fonderia Scacchetti - 01-06-2012 - Fonderia Sacchetti: si lavora per Ducati e Ferrari
(KIKA) - SAN FELICE SUL PANARO - Lo stabilimento della Fonderia Scacchetti di San Felice sul Panaro ha chiuso i battenti in seguito al terremoto della scorsa settimana. La fabbrica di produzione di leghe leggere che rifornisce aziende di fama mondiale come Ducati e Ferrari, è tutt'ora inagibile, ma si spera non per molto. Da subito, infatti, sono iniziati i lavori di ripristino e messa in sicurezza delle aree più colpite dello stabilimento. Nel frattempo Ferrari ha reso disponibili alcune aree di Maranello al fine di riallocare alcune delle lavorazioni che l?azienda eseguiva per suo conto. "In tempi strettissimi saranno temporaneamente trasferite a Maranello le attrezzature su cui parte degli addetti della Scacchetti potrà continuare a lavorare - si legge in un comunicato - In attesa che il sito di San Felice sul Panaro sia ricostruito e si possa tornare alla normalità". La casa automobilistica di Maranello ha anche messo all'asta merchandising vario e un'auto, la 599XX Evo del valore commerciale di 1,3 milioni di euro: il ricavato sarà devoluto proprio alle vittime del terremoto.

News correlate