domenica, 23 marzo 2014

Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak

di Redazione
Le immagini sono strabilianti... e un po' irriverenti
Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak Les Mains - 21-03-2014 - Quando si dice “Essere alla mano”: le foto di Babak
BRUSSELLS - "Se puoi dire con certezza che lì c'è una mano, allora ti accordiamo tutto il resto".

Da questa frase del filosofo Ludwig Wittgenstein, l'artista Babak Hosseiny ha ideato una serie di disegni di situazioni in cui le mani di un uomo non sono soltanto mani, ma diventano la personificazione fisica degli ostacoli, delle voglie e delle paure degli individui.

Qualche anno dopo averla ideata, Babak ha incontrato il fotografo Jeffrey Vanhoutte, che ha dato vita ai disegni dell'artista con fotografie e fotoritocco.

Ultime in Gallerie
News correlate