martedì, 2 aprile 2013
La tv dell’autunno americano fra nuove serie e volti noti
I pilot dei telefilm drammatici non rinunciano ai veterani dello schermo
Ci sono molti volti noti fra quelli che interpretano i pilot delle serie drammatiche, le nuove proposte che potrebbero arrivare sugli schermi in autunno. In Boomerang una famiglia di assassini prezzolati dal governo è interpretata da Anthony LaPaglia, il Jack di Senza Traccia, e Felicity Huffman, che ritenta la strada televisiva dopo la fine di Desperate Housewives. Parla di una realtà alternativa, invece, Delirium, con Emma Roberts: è tratto da una trilogia di libri che racconta di un mondo in cui l’amore è illegale e viene rimosso con una procedura. Greg Kinnear e Miranda Otto interpretano invece Rake, telefilm su un avvocato dfensore di criminali che tende all’autodistruzione.

Anche i produttori più famosi continuano a tornare nel mondo televisivo. Dopo la fine di Lost e poi di Fringe, JJ Abrams ritenta con un nuovo progetto, ancora senza titolo. In un futuro non molto lontano, gli ufficiali di polizia di Los Angeles saranno accompagnati da androidi molto evoluti. In Intelligence si ritrova invece uno dei protagonisti di Lost, Josh Holloway, che interpreta un agente a cui è stato impiantato un microchip che gli permette di accedere allo spettro elettromagnetico.

Nel cast c’è anche Marg Helgenberger di Csi.

Jason Lee, esperto di commedie con My name is Earl e con la serie dei film di Alvin, si dedica invece al dramma in Second Sight, basato su una serie britannica in cui un detective si trova ad affrontare il suo subconscio con allucinazioni che gli permettono di risolvere i casi. Un veterano del cinema come James Cromwell, insieme a Stuart Townsend, tenta invece la carta televisiva con Betrayal, che racconta di tradimenti, omicidi e di un caso in tribunale.

Una serie tratta da un film è Shield, prodotta dal regista di Avengers Joss Whedon, che riprende le avventure dell’organizzazione di agenti che proteggono il mondo con l’aiuto dei supereroi. Fanno parte del telefilm Clark Gregg, nella stessa parte del film, e Ming-Na, dal cast di ER. È uno spinoff, ma questa volta dalla televisione, il terzo tratto da Ncis. John Corbett, Kim Raver, Edwin Hodge, Scott Grimes e Gillian Alexy fanno parte di un nuovo team di agenti che si muove per tutti gli Stati Uniti per risolvere i casi.
Il ritorno di un altro volto storico per il piccolo schermo è quello di Gillian Anderson, che dalle teorie cospirative di X Files passa a quelle di una nuova serie creata da Rand Ravich, autore di Life, in cui il presidente degli Stati Uniti e i politici di Washington sono manovrati da qualcuno. Anche Kyle MacLachlan, finito Desperate Housewives, continua con gli impegni televisivi: tenterà di tornare con Believe, in cui una ragazza ha una relazione con un uomo appena uscito di prigione, che deve difenderla dalle forze del male. Dietro le quinte ci sono il regista Alfonso Cuaron e ancora JJ Abrams.
Ultime in La tv che verrà
News correlate