mercoledì, 4 maggio 2016

Shonda Rhymes avanti tutta, arriva The Catch

di Francesca Scorcucchi
La nuova serie di tv dell'autrice di Grey's Anathomy sul mondo della contabilità forense.

LOS ANGELES - Ci sono soprattutto due persone che stanno monopolizzando il mondo delle produzioni televisive a Hollywood. La nuova televisione, quella di qualità che sta surclassando il cinema. Queste due persone sono due vere e proprie potenze. Uno è Ryan Murphy, l’autore di Glee, American Horror Story e Il caso OJ Simpson. L’altra è Shonda Rhymes, l’autrice di Grey’s Anathomy, Scandal, Le regole del delitto perfetto e ora di The Catch, in onda in Italia dal 2 maggio in prima assoluta su FoxLife.

Non hanno molto in comune i due guru americani del piccolo schermo. Magro, elegante, bianco, gay, 55 anni il primo, nera, madre single di tre bambine, 45enne con qualche problema di peso, la seconda. Unico comun denominatore è la capacità di catturare l’attenzione del pubblico e fare cifre di audience da televisione anni Ottanta. E se il primo lo fa attraverso la cura dei particolari, la seconda è la regina dei colpi di scena.

GREY'S ANATOMY:



Grey’s Anatomy ad esempio, è arrivata alla sua 12ma stagione, una delle serie più longeve degli ultimi anni, capace di resistere al tempo e alle defezioni. L’ultima? Quella di Patrick Dampsey, il dottor Mc Dreamy che, ormai evidentemente stufo di far sognare milioni di donne nel mondo, ha deciso di lasciare Grey’s Anatomy e Shonda l’ha ucciso. “Non potevo fare altrimenti per salvaguardare l’amore fra lui e la protagonista (Ellen Pompeo) – dice - se semplicemente fosse andato via l’idea dell’amore fra i due sarebbe svanita”.

Qual è il segreto del successo degli show di Shonda Rhymes? Sicuramente la diversità. L’idea di creare serie tv che non siano tagliate su misura per lo standard di pubblico bianco e maschile - da sempre l’unico preso in vera considerazione dall’establishment hollywoodiano - è stata la mossa vincente.

I protagonisti del modo della Rhymes sono soprattutto donne e se in Grey’s Anatomy il cast è quanto più eterogeneo possibile, in Scandal e in Le regole del delitto perfetto le protagoniste ( Kerry Washington e Viola Davis) hanno la pelle scura.

“Solo partita dall’idea, secondo me molto sbagliata che “normale” in tv equivalesse a bianco e maschio. L’intero mondo era descritto fino a poco tempo fa da quella sola prospettiva. Se c’era una donna, era una commedia femminile, se i protagonisti avevano un colore della pelle diverso dal bianco si trattava di uno show etnico. Trovavo l’idea scioccante e ridicola”. La Rhymes così è riuscita a cambiare quell’idea e a farlo con successo. Le sue serie sono così popolari da essere state raggruppate tutte in un’unica serata televisiva, sul canale americano ABC. “Thanks God is Thursday” è il motto dei fan degli spettacoli della Rhymes, che il giovedì sera non ci sono per nessuno. Ora per loro c’è un motivo in più per esultare.

THE CATCH:



Appena approdata sul piccolo schermo in Usa, arriva anche in Italia The Catch. La serie racconta la storia di Alice Vaughan, interpretata da Mireille Enos, eccellente investigatrice privata di Los Angeles la cui specialità è scoprire truffe finanziarie. Lei stessa però rimane vittima di una truffa, organizzata dal fidanzato Christopher, interpretato da Peter Krause, che le ruba milioni di dollari per poi sparire nel nulla. Ciò che Alice non sa è che l’uomo su cui sta investigando da tempo, un abile truffatore, è proprio l’uomo di cui è innamorata.

Al suo debutto la serie negli Stati uniti ha ricevuto critiche contraddittorie, per alcuni si tratta di una serie all’altezza delle aspettative, per altri ha deluso. Anche gli ascolti (la serie è in onda negli States dal 24 marzo) non sono stati esaltanti ma così era successo anche per Scandal, che racconta gli intrighi della Casa Bianca e che aveva avuto una partenza in sordina per poi crescere nei favori del pubblico. “Dopo il mondo della medicina e quello della politica - dice la Rhymes – mi sono interessata al mondo legale e, se con Le regole del delitto perfetto la protagonista era un avvocato e insegnante di diritto, con The Catch ho scoperto quanto interessante sia il mondo della contabilità forense”.

Shonda Rhymes è una macchina da guerra. Tre bambini e tre serie tv a cui badare non erano abbastanza. Ha scritto anche un libro. In Italia è edito da Rizzoli e s’intitola L’anno del sì - Non avere paura, vivi con gioia e diventa la tua persona.Per un anno ho detto sì a tutto quello che mi faceva paura e così ho vinto persino gli attacchi di panico e sono dimagrita”.

GHOSTBUSTERS, IL TRAILER PIÙ ODIATO DI SEMPRE:

Loading the player...
Video di Web


 

 

 
Ultime in La tv che verrà
News correlate