Curiosità
venerdì, 5 maggio 2017

Alien e gli altri film in cui gli attori erano terrorizzati

di Matteo Ghidoni
Non solo horror e fantascienza: 5 pellicole che hanno spaventato chi era sul set
Loading the player...

(KIKA) -  LOS ANGELES - Certi film, come Alien, sono pensati per spaventare il pubblico che li guarda. Alcuni di questi però, son talmente terrificanti da fare paura anche agli attori che li recitano, nel momento stesso in cui stanno recitando.

Incredibile vero?

Ecco una lista di 5 film che hanno terrorizzato gli attori che li stavano interpretando.

Alien: Covenant sarà nei cinema a partire dall’11 maggio, ma già nel 1979 il primo Alien era stato in grado di inquietare e fare paura agli spettatori di tutto il mondo. Vi ricordate la scena in cui un alieno esce dal petto dell’astronauta durante una cena? Una delle più spaventose di sempre, non solo per il pubblico. Nonostante si trattasse di effetti speciali, l’intero cast, Sigourney Weaver compresa, è rimasto traumatizzato da quel momento sul set.

La paura sui loro volti è sincera.  John Hurt, l’attore che vede esplodere le proprie budella in faccia ai colleghi, è stato adagiato su un carrello caricato con gli organi di un suino.  Gli altri attori non sapevano nulla. Dopo un piccolo spruzzo di sangue gli attori si avvicinano a Hurt e poi…succede di tutto.

Dopo questa scena i membri del cast si sono ritirati nei camerini traumatizzati, per calmarsi e per pulire il sangue di maiale dai loro volti.

William Friedkin, regista de L'esorcista del 1973, aveva la sadica e divertente capacità di ritrarre vere e proprie espressioni di orrore e sorpresa sui volti dei suoi attori. Come faceva? Ogni tanto sparava dei colpi di pistola in aria, sorprendendo tutti sul set. Ma non solo: la famosa vomitata della ragazza posseduta è stata una sorpresa per l'attore Jason Miller, che si aspettava un leggero rigurgito dell’indemoniata ed è invece stato travolto da un getto di liquido verde sul volto. Volete sapere cos’era quel liquido sparato da dei tubi vicino al volto della posseduta? Zuppa di piselli tiepida.  Jason Miller, ha portato a termine la scena in un solo ciack, ma ha passato il resto della giornata arrabbiato con il regista.

The Blair Witch Project del 1999 raccontava di un campeggio fra amici che si trasforma in un incubo mortale. Per girare il film, i registi Daniel Myrick e Eduardo Sanchez hanno dato ai tre membri del cast delle telecamere, del cibo e un appuntamento. I tre sono stati abbandonati nel bosco e spesso filmati a loro insaputa. Per tenere alta la tensione, il cibo che gli veniva dato diminuiva ogni giorno e di notte, mentre gli attori dormivano, i registi scuotevano le loro tende e gli facevano ascoltare registrazioni di bambini che ridevano. Alla fine di quell’esperienza nessuno degli attori ha più voluto fare gite in campagna per un bel pezzo.

Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, del 1971, non è esattamente un film dell’orrore, eppure ha spaventato chi lo ha recitato. Gene Wilder ha offerto un’interpretazione di Wonka divertente, ma anche inquietante. Quel modo di fare da psicopatico, ha terrorizzato i ragazzi che facevano parte del cast. Il regista Mel Stuart non aveva informato i bambini di ciò che sarebbe successo durante le riprese. Durante la scena della barca, i bambini pensarono che Wilder fosse realmente impazzito e rimasero profondamente turbati dalla sua interpretazione.  Quando si dice, un grande attore.

Un altro film non esattamente dell’orrore, ma molto spaventoso è Il Padrino,  del1972. Beh, alcune delle scene più belle di The Godfather sono avvenute improvvisando. Ad esempio, ricordate quando Don Vito Corleone gioca con il nipote facendo finta di ruggire con una buccia d’arancia in bocca? In quella scena Marlon Brando con i suoi ruggiti ha letteralmente terrorizzato il piccolo attore Anthony Gounaris, tanto che le riprese si sono dovute fermare per permettere a Brando di rassicurare il bambino.

 

GUARDA IL VIDEO

 

 

 

Ultimi in video in Curiosità
News correlate