Curiosità
martedì, 7 marzo 2017

Dopo un anno di autocensura, Playboy torna al nudo

di Matteo Ghidoni
La storica rivista fa marcia indietro: "La nudità è normale, non è un problema"
Loading the player...

(KIKA) – LOS ANGELES - Una domanda soprattutto per i maschietti: Avete mai letto Playboy?

Diciamo che si tratta di una rivista storica che in molti hanno seguito nel corso dei decenni.

Un anno fa, Playboy aveva dato l’annuncio che avrebbe rinunciato a pubblicare foto di ragazze nude. La cosa ha stupito molte persone, sia dentro che fuori dalla redazione della rivista. Ecco, a quanto pare, a distanza di un anno, i creatori di Playboy hanno già cambiato idea.

Appena un anno dopo aver dichiarato che avrebbero rinunciato alle nudità sulle loro pagine, i creatori di Playboy hanno annunciato che stavano per togliere i vestiti alle loro modelle, ancora una volta. Prevedibile? Forse, ma non scontato.

Da Marzo Playboy è tornato a essere la rivista che in molto conoscono e che ancora più persone associano a un certo tipo di foto e di articoli. La nudità è tornata e lo scatto culturale di Playboy ha preso un’altra direzione.

Elizabeth Elam è sulla copertina del numero di marzo/aprile 2017, senza veli e accompagnata da una scritta eloquente: "Naked is normal" (Nudo è normale).

Chi conosce la rivista si sarà però accorto che manca qualcosa, vicino al classico titolo Playboy. A essere scomparsa è la storica scritta “Entertainment for Men”. (Intrattenimento per uomini).

Cooper Hefner, figlio del creatore di Playboy Hugh Hefner, che ha fondato la rivista erotica a Chicago nel 1953, si è recentemente affidato a Twitter per spiegare la decisione: "Io sono il primo ad ammettere che il modo in cui la rivista ritraeva la nudità era datato, ma la rimozione totale del nudo della rivista è stato un errore. La nudità non è mai stato il problema, perché la nudità non è un problema. Oggi stiamo tornando in possesso della nostra identità e tornando a essere ciò che siamo”. Ha sottolineato il figlio dello storico magnate, spiegando anche il cambiamento di slogan: “Playboy sarà sempre una rivista incentrata sullo stile di vita degli uomini, ma dato che i ruoli di genere continuano a evolversi nella società, lo stesso facciamo anche noi".

Per molti, questa è una buona notizia, perché Playboy non era più lo stesso senza il suo bel poster a metà rivista. Come dite? Ci sono articoli ben scritti, su persone interessanti?

 Si, certo, però…

 

GUARDA IL VIDEO

 

Ultimi in video in Curiosità
News correlate