Red Carpet
giovedì, 9 febbraio 2017

Filming in Italy: Los Angeles celebra il cinema italiano

di Matteo Ghidoni
Star di casa nostra e internazionali hanno reso omaggio alla settima arte tricolore
Loading the player...

(KIKA) – LOS ANGELES - La prima edizione del Filming on Italy festival a Los Angeles, evento di promozione dell’Italia come set cinematografico, è stata ricca di personaggi celebri.  Nella cprnice dell’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, il direttore Valeria Rumori e il Consolato Generale d’Italia a Los Angeles, hanno consegnato diversi premi ad attori e registi di primo piano nel mondo dello spettacolo italiano e internazionale.

Fra gli ospiti di rilievo che hanno partecipato a Filming on Italy, Riccardo Scamarcio ha presentato il suo film Pericle il Nero, diretto da Stefano Mordini. Il lungometraggio racconta la storia di un camorrista italiano che vive in Belgio ma è costretto a scappare in Francia dopo aver commesso un grave errore.

 “Con questo film abbiamo cercato di raccontare la storia della persona che dorme in mezzo alla strada, che nessuno nota, abbandonato da tutti. Abbiamo voluto dare voce a un individuo ai margini”.

Scamarcio sembra trovarsi piuttosto bene nella città delle stelle, tanto che il 23 marzo uscirà in Italia l’ultimo lavoro dell’attore: John Wick, chapter 2. Il film con Keanu Reeves nei panni di uno spietato sicario che deve tornare in attività, in cui l’attore italiano interpreterà Santino D’antonio, il nemico del protagonista.

Jeremy Renner dal red carpet ci ha confidato che non vede l’ora che arrivi la notte degli Oscar, perché Arrival, in cui interpreta il linguista Ian Donnelly, è nominato come miglior film.

Abbiamo cercato di analizzare la paura e il timore del diverso. Come l’umanità possa superarli unendosi per un obbiettivo comune”.

Alla seconda serata dell’evento, aperta dal Console Generale Antonio Verde e dedicata ai 100 anni dalla nascita di Gregory Peck, hanno partecipato anche Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini, due italiani nominati agli Oscar per il miglior make up e il miglior hair stylist nel film Suicide Squad.

“Per noi è stata un’esperienza unica e la cosa incredibile è che gli studios ci hanno lasciati liberi di inventare e creare, senza metterci limiti”.

GUARDA IL VIDEO

 

 

 

Ultimi in video in Red Carpet
News correlate