Spettacolo
martedì, 22 agosto 2017

Jennifer Lawrence & co: rifiutate ai casting perché brutte

A non ritenerla all'altezza di certi canoni di bellezza è Debra Tate, sorella di Sharon.
Loading the player...

(KIKA) - LOS ANGELES -  Simpatica, talentuosa e affascinante ma... non abbastanza bella: parliamo di Jennifer Lawrence, vincitrice del premio Oscar per il fim Il lato positivo e attualmente legata al regista Darren Aronofsky.

A non ritenerla all'altezza di certi canoni di bellezza è Debra Tate, sorella di Sharon Tate, la bellissima attrice americana moglie di Roman Polanski, uccisa incinta, con amici nella sua villa di Cielo Drive, a Bel Air, dalla banda di Charles Manson. Sembra che Quentin Tarantino avesse pensato proprio a lei per interpretare la sfortunata attrice, ma sua sorella ha espresso in maniera decisa la propria contrarietà: "Non mi piace tanto. Non che abbia qualcosa contro di lei, solo non è abbastanza bella per interpretare Sharon".

Una dichiarazione che non ha mancato di scatenare polemiche e che la signora Tate ha cercato di correggere spiegando che i suoi "standard sono molto alti. Del resto Sharon era famosa per essere una bellezza che toglieva il fiato". Molto più adatta al personaggio, quindi, una bellezza più classica come quella di Margot Robbie, cui difatti poi Tarantino si sarebbe rivolto.
Jennifer Lawrence però non si crucci: essere bocciati perché non abbastanza belli è capitato a molti attori famosi. Un caso emblematico? Meryl Streep, respinta per il ruolo femminile in King Kong perché "brutta".

Reese Witherspoon venne respinta a diversi provini perché non era abbastanza alta né suffcientemente carina e soprattutto non abbastanza intelligente per sfondare nel cinema. Vinse l'Oscar per Walk the line.

Al primo provino, a Lea Michele, la star di Glee, venne detto che il suo naso le avrebbe precluso di sfondare nello showbiz e le fu consigliato di intervenire chirurgicamente.

Viola Davis ebbe le sue difficoltà ai provini e perfino il New York Times la definì, dispregiativamente, "non la classica bellezza nera".

Benedict Cumberbatch rischiò di non diventare mai Sherlock Holmes. La BBC disse infatti a produttori: "Ci avevate promesso uno Sherlock sexy, non lui!" Per fortuna, poi, hanno cambiato idea...

Ultimi in video in Spettacolo
News correlate