Cronaca
mercoledì, 18 ottobre 2017

Le star che hanno difeso Harvey Weinstein

di Matteo Ghidoni
Contro tutti, alcune celebrità hanno osato difendere il produttore (almeno per un attimo).
Loading the player...

(KIKA) – LOS ANGELES - Harvey Weinstein era molto potente, probabilmente l’uomo più ringraziato durante le cerimonie ufficiali di Hollywood.

Nonosante ora in molti lo accusino di violenze e abusi sessuali, alcune star, anche solo per un momento, hanno voluto difendere il produttore cinematografico.

Lindsay Lohan ha dichiarato: "Mi sento molto male per Harvey Weinstein adesso". L'attrice di Mean Girls ha scelto Instagram per difendere l’uomo dopo lo scandalo. "Non credo sia giisto quello che sta succedendo".

"Weinstein non mi ha mai fatto niente e abbiamo girato diversi film insieme” ha scritto la Lohan. "Credo che tutti ora debbano fermarsi”.  Al Daily Mail, la Lohan ha dichiarato: "In quanto persona che ha vissuto la propria vita al centro dell’opiniopne pubblica, credo che le accuse di certi crimini dovrebbero essere sempre fatte alle autorità e non attraverso i media".

La stilista Donna Karan, durante un red carpet si è domandata “cosa chiedessero le donne vestendosi in maniera seducente” per incontrare Weinstein. Ha anche lodato lui e sua moglie, Georgina Chapman, come "persone meravigliose". Cosa chiediamo mostrando tutta la nostra sensualità e sessualità?" ha domandata la Karan.

Attraverso i social, la stilista si è poi scusata per questi commenti, dicendo che erano stati estrapolati da un contesto più ampio. "Credo che la molestia sessuale non sia accettabile e questo è un problema che deve essere affrontato una volta per tutte, indipendentemente dall'individuo", ha precisato. "Mi spiace di avere offeso qualcuno, soprattutto chi è stato vittima di certe violenze”.

Il regista Premio Oscar Oliver Stone, durante una conferenza stampa in un festival cinematografico sudcoreano, ha detto: "Credo che un uomo non dovrebbe essere condannato da un sistema di vigilantes".

"Penso che il giudizio vada sospeso fino a quando questa cosa non viene provata da una corte", ha detto Stone. “Non è facile quello che Weinstein sta attraversando. Per me era un rivale, non ho mai fatto affari con lui e non l'ho mai conosciuto. Ma non voglio commentare dei pettegolezzi. Aspetterò di capire qual è la cosa giusta da fare ".

Stone è poi tornato sui suoi passi, dicendo, attraverso Facebook, che non era a conoscenza dell'entità delle accuse contro Weinstein.

"Dopo aver esaminato ciò che è stato segnalato in molte pubblicazioni negli ultimi giorni, sono spaventato e lodo il coraggio delle donne che hanno fatto un passo avanti per segnalare abusi sessuali o stupri".

Il resgista Woody Allen ha inizialmente detto di sentirsi "triste" per Weinstein e ha espresso la speranza che lo scandalo non scatenasse una "caccia alle streghe".

"Tutta la faccenda di Harvey Weinstein è molto triste per tutti coloro che sono coinvolti", ha detto Allen alla BBC. "Tragica per le povere donne che sono state coinvolte, triste per Harvey che ha visto la sua vita rovinata".

Non si deve creare un mondo dove ogni ragazzo in ufficio che guarda una donna, deve improvvisamente chiamare un avvocato per difendersi", ha continuato Allen. Il regista ha poi detto a Variety di essere stato frainteso, perché intendeva dire che Weinstein è un "uomo triste e malato".

 

GUARDA IL VIDEO

 

Ultimi in video in Cronaca
News correlate