Spettacolo
venerdì, 7 aprile 2017

Sandy Wexler: Adam Sandler interpreta il suo manager

di Matteo Ghidoni
Risate e una riflessione: quanto è importante avere il giusto agente a Hollywood?
Loading the player...

(KIKA) – LOS ANGELES - Davanti al cinema Arclight, su Sunset Boulòevard a Hollywood, Los Angeles, si è tenuto il red carpet di presentazione di Sandy Wexler, il film con Adam Sandler che racconta la vita di un manager molto particolare.

Il lugometraggio, targato Netflix, uscirà il 14 aprile e ripercorre in modo scherzoso la carriera del vero agente di Sandler, Sandy Wernick.

“Diciamo che ho reso la sua voce ancora più buffa di quello che è” commenta scherzoso Sandler. Wernick non si nasconde: “Sono onorato e umiliato da questo film. Il mio rapportp con Adam è una vera storia d’amore professionale”.

Anche Jennofer Hudson, coprotagonista del film espriem parole di grande ammirazione per il comico Americano: “Lavorare con lui è stata l’esperienza professionale migliore della mia vita. L’ho visto fare l’attore e allo stesso tenpo dare consigli al regista, lavorando semrpe al fianco degli altri sul set”.

Ma quanto è importante quindi, avere il giusto agente a Hollywod?

Se il resgista del film, Steve Brill, afferma che “È fondamentale avere il giusto manager”, Arsenio Hall, che in molti ricorderanno in film come Una Poltrona per Due e Il Principe Cerca Moglie, al fianco di Eddie Murphy, è più fatalista: “Ci vuole talento. Se è destino, anche una scimmia può trovarti lavoro in un film”.

“Io non credo nel mio manager” conclude Sandler, “credo in me stesso. Un buon manager è uno che ti fa sentire di essere dalla tua parte nei momenti di difficoltà”.

 

GUARDA IL VIDEO 

 

Ultimi in video in Spettacolo
News correlate