mercoledì, 27 aprile 2016

Prince: affittò una villa riconsegnadola tutta viola

di Redazione
Il chitarrista aveva ridisegnato gli interni della casa, ne conseguì una battaglia legale.

Prince era personaggio eclettico, ma la sua originalità spesso era fonte di grattacapi per chiunque avesse a che fare con lui.

Sulla strenua lotta dell’artista per difendere i diritti d’autore s’è già detto quasi tutto, ma non tutti sanno che anche nella vita privata era capace di veri e propri colpi di testa, capaci di mandare in tilt chiunque dovesse misurarsi con lui. Un esempio di questo teorema arriva dalla vecchia storia riguardante la lussuosa villa di Beverly Hills affittata per un periodo da Prince, e di proprietà dell’ex cestista americano Carlos Austin Boozer jr.

GUARDA LA GALLERY

[galleria]

L’atleta aveva lasciato la sua abitazione al folletto di Minneapolis per una cifra che s'avvicinava ai 70mila dollari al mese. In barba alle clausole presenti nei contratti d’affitto, Prince aveva trasformato molti locali della struttura. Come la camera matrimoniale, diventata un parrucchiere personale, oppure il sigillo del cancello di casa, sostituito con il simbolo che ha accompagnato Prince in tutta la sua carriera. Senza parlare delle pareti pitturate con strisce viola, i muri abbattuti e la modanatura del soffitto modificata a piacere del cantante.

Nel gennaio del 2006 Boozer, e la società immobiliare di famiglia, ha fatto causa al cantante, che per evitare guai peggiori decise di raggiungere un accordo economico per archiviare lo scontro.

GUARDA IL VIDEO

Loading the player...
Video di Visual
Ultime in Le case dei VIP
News correlate