News
mercoledì, 4 giugno 2008

Brigitte Bardot condannata per istigazione odio nei confronti dei mussulmani

di Redazione
(KIKA) – PARIGI, 4 GIU – Brigitte Bardot, icona del cinema francese, è stata condannata dal tribunale di Parigi per istigazione all’odio verso la comunita’ musulmana e dovra’ pagare 15.000 euro. Solo una multa, perche’ il tribunale non ha seguito la richiesta dell’ accusa che aveva reclamato anche la pena di due mesi di prigione […]
Brigitte Bardot - Parigi - 11-12-2001 - Brigitte Bardot condannata per istigazione odio nei confronti dei mussulmani Brigitte Bardot - Los Angeles - 18-12-1965 - Brigitte Bardot condannata per istigazione odio nei confronti dei mussulmani Brigitte Bardot - Los Angeles - 18-12-1965 - Brigitte Bardot condannata per istigazione odio nei confronti dei mussulmani
(KIKA) - PARIGI, 4 GIU - Brigitte Bardot, icona del cinema francese, è stata condannata dal
tribunale di Parigi per istigazione all'odio verso la comunita'
musulmana e dovra' pagare 15.000 euro. Solo una multa, perche' il tribunale non ha seguito la
richiesta dell' accusa che aveva reclamato anche la pena di due mesi di
prigione con la condizionale. Tutto parte da quella lettera che Brigitte Bardot, 73 anni, da anni paladina degli animali, aveva indirizzato nel dicembre 2006 a Nicolas Sarkozy,
allora ministro dell'interno, in cui chiedeva che gli animali uccisi
dai musulmani in occasione della festivita' dell'Aid el Kebir fossero
storditi prima di essere sgozzati. ''Ne abbiamo abbastanza di essere
presi in giro da tutta questa popolazione che ci distrugge, distrugge
il nostro Paese, imponendo i suoi atti'', aveva scritto l'attrice nella
lettera, pubblicata da Info-Journal, rivista distribuita ai
simpatizzanti della Fondazione Brigitte Bardot per la difesa degli
animali.
©kikapress.com
Ultime in News
News correlate
Per continuare a navigare sul sito, in seguito al nuovo regolamento sulla privacy (GDPR), ti chiediamo di consentire l'uso di cookie e tecnologie similari, al fine di personalizzare la tua user experience. Visita la nostra Informativa sulla privacy per saperne di più.