News
mercoledì, 3 Febbraio 2010

Graffiti: il Comune di Milano contro Bros

di Redazione
(KIKA) – MILANO, 3 FEB – Il Comune di Milano continua la sua guerra contro i writers e adesso tocca a Daniele Nicolosi, in arte Bros, accusato di aver “imbrattato” la facciata di uno stabile privato di Piazza De Angeli nel novembre del 2007. A nulla è valso il lodevole curriculum dell’artista che lo pone […]
Daniele Nicolosi in arte Bros - Milano - 03-02-2010 - Graffiti: il Comune di Milano contro Bros Daniele Nicolosi in arte Bros - Milano - 03-02-2010 - Graffiti: il Comune di Milano contro Bros Daniele Nicolosi in arte Bros - Milano - 03-02-2010 - Graffiti: il Comune di Milano contro Bros Daniele Nicolosi in arte Bros - Milano - 03-02-2010 - Graffiti: il Comune di Milano contro Bros Daniele Nicolosi in arte Bros - Milano - 03-02-2010 - Graffiti: il Comune di Milano contro Bros
(KIKA) - MILANO, 3 FEB - Il Comune di Milano continua la sua guerra
contro i writers e adesso tocca a Daniele Nicolosi, in arte Bros,
accusato di aver "imbrattato" la facciata di uno stabile privato di
Piazza De Angeli nel novembre del 2007. A nulla è valso il lodevole
curriculum dell'artista che lo pone tra i massimi esponenti della
StreetArt milanese con mostre di grande prestigio a Palazzo Reale e al
Pac. l vicesindaco Riccardo De Corato ha dichiarato: "La legge è uguale
per tutti: "La legge è uguale per tutti: chi imbratta edifici pubblici
o privati senza alcuna autorizzazione deve rispondere per violazione
dell'articolo 639 del Codice Penale. Poco importa al Comune e alla
Procura se Bros si fregia del titolo di artista." Bros risponde secco e
deciso: "Non sapevo nulla di questa accusa e per questo il 7 aprile non
mi presenterò in Tribunale." Nicolosi rischia così una multa da 500 a
2.500 euro a graffito.

Ultime in News
News correlate
Per continuare a navigare sul sito, in seguito al nuovo regolamento sulla privacy (GDPR), ti chiediamo di consentire l'uso di cookie e tecnologie similari, al fine di personalizzare la tua user experience. Visita la nostra Informativa sulla privacy per saperne di più.