Politica Estera
lunedì, 22 Marzo 2010

Barack Obama vince la scommessa: la riforma è legge

di Redazione
(KIKA) – WASHINGTON, 21 MAR – Con 219 voti favorevoli e 212 contrari, il Congresso degli Stati Uniti ha dato il via libera alla riforma sanitaria. Il presidente Barack Obama si è aggiudicato un successo che rilancia una leadership che rischiava di offuscarsi: è arrivato lì dove i suoi illustri predecessori sono sempre naufragati. La […]
(KIKA) – WASHINGTON, 21 MAR – Con 219 voti favorevoli e 212 contrari, il
Congresso degli Stati Uniti ha dato il via libera alla riforma
sanitaria. Il presidente Barack Obama si è aggiudicato un successo che
rilancia una leadership che rischiava di offuscarsi: è arrivato lì dove i
suoi illustri predecessori sono sempre naufragati. La maggioranza
qualificata indispensabile si è ottenuta grazie all’accordo raggiunto in
extremis tra la Casa Bianca e i democratici antiabortisti sui limiti da
imporre ai finanziamenti pubblici in caso di aborto, un potenziamento
dei controlli sui fondi federali, per evitare che possano essere
impiegati per queste prestazioni. La riforma appena varata prevede
l’estensione di alcuni servizi sanitari di base a oltre trentadue
milioni di cittadini: i ceti al limite dell'indigenza, quelli di poco al
di sopra della fascia di sussistenza finora esclusa dalla tutela
sanitaria e, per coloro che si trovano temporaneamente senza una
copertura, finanzierà polizze statali a prezzi vantaggiosi.

Ultime in Politica Estera
News correlate