Sport
giovedì, 21 Marzo 2013

Si è spento a Roma il velocista Pietro Mennea

di Luca Mottaran
L'atleta era stato medaglia d'oro nei 200 metri alle Olimpiadi di Mosca
(KIKA) - ROMA - Si è spento a Roma Pietro Mennea, il più grande velocista italiano di tutti i tempi. L'atleta, nato a Barletta il 28 giugno 1952 era malato da tempo. Mennea è stato primatista mondiale dei 200 metri piani dal 1979 al 1996 con il tempo di 19"72, tutt'ora record europeo, e medaglia d'oro nella specialità alle Olimpiadi di Mosca del 1980. Il presidente della Federazione Italiana Atletica Leggera, Alfio Giomi, ha dichiarato: "E' una situazione troppo dolorosa, si fa fatica a fare commenti, perché non solo era un grande uomo di sport, ma anche un grande amico. Proprio qualche settimana fa ci eravamo ripromessi, al telefono, di vederci presto. E non ci siamo riusciti. Adesso ci stiamo già muovendo per allestire la camera ardente che si aprirà questo pomeriggio al Coni. Per la Fidal è un giorno tristissimo".

Ultime in Sport
News correlate