Cronaca Italiana
martedì, 26 Marzo 2013

Delitto Meredith Kercher: il processo è da rifare

di Simona Foti
La Corte di Cassazione ha annullato le assoluzioni già pronunciate
(KIKA) - PERUGIA - Il processo per il delitto di Meredith Kercher è da rifare: questo ha decretato la Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso presentato dal procuratore generale Luigi Riello contro la precedente sentenza della Corte d'Appello che nell'ottobre 2011 mandò assolti i due principali imputati, Raffaele Sollecito e Amanda Knox, accusati dell'omicidio della studentessa inglese che la notte di Halloween del 2007 fu trucidata nella casa di Perugia che divideva con la Knox. Quest'ultima e Sollecito, all'epoca suo fidanzato, dovranno perciò ripresentarsi di fronte ai giudici, stavolta della Corte d'Assise d'Appello di Firenze. L'avvocato Mauri, difensore di Sollecito insieme a Giulia Bongiorno, conferma l'assoluta estraneità del suo assistito al delitto di cui è accusato, "Raffaele non deve vergognarsi di nulla, può andare a testa alta," ha detto Mauri mentre Amanda Knox, dalla natia Seattle, ha detto al suo avvocato: "Continuano a non credermi... ma la mia famiglia e io affronteremo anche questa nuova battaglia legale, sempre confidando nella verità e nella giustizia". Amanda Knox probabilmente verrà processata in contumacia, difficilmente infatti gli Stati Uniti procederanno all'estradizione della loro concittadina.

Ultime in Cronaca Italiana
News correlate