Politica Italiana
lunedì, 6 Maggio 2013

Morto Giulio Andreotti, ha segnato la storia del nostro Paese

di Simona Foti
Era stato ricoverato lo scorso anno per problemi cardiaci
ROMA - E' morto a 94 anni Giulio Andreotti, uno dei personaggi più influenti della storia repubblicana.

Nato nel gennaio del 1919, rimase giovanissimo orfano di padre. Fu sette volte Presidente del Consiglio e vanta il record di ministro dell'Interno più giovane dell'Italia repubblicana, carica conferitagli a soli 34 anni.

Fu protagonista della storia italiana nel bene e nel male: fu coinvolto nello scandalo dei fondi neri del Banco Ambrosiano e nel tentato golpe Borghese e nel 2003 subì un processo per concorso esterno in associazione mafiosa, accusa da cui venne assolto quando l'accusa fu prescritta.

Ribattezzato dalla stampa "il divo Giulio", lo scorso anno si temette per la sua salute quando venne ricoverato per alcune settimane per uno scompenso cardiaco: aveva avuto diversi problemi di salute in gioventù ma era sempre riuscito ad averne ragione.

Ultime in Politica Italiana
News correlate