Cronaca Italiana
giovedì, 23 Maggio 2013

Don Gallo, la camera ardente nella sua comunità di San Benedetto

di Tiziano Marino
Centinaia di persone in coda per l'ultimo saluto all'amato Prete di strada
GENOVA - Don Andrea Gallo è scomparso ieri all'età di 84 anni. La camera ardente è stata allestita nella Chiesa di San Benedetto al Porto, luogo della Comunità che fondò nel 1970, e centinaia sono le persone che fin da subito si sono messe in coda per dare l'ultimo saluto all'amato e contestato Prete di strada.

Sul feretro sono stati riposti una sciarpa rossa, una rossoblù con le insegne del Grifone e una bandiera della pace, in ottemperanza all'animo proletario, genoano e pacifista che il sacerdote ha sempre manifestato nel corso della sua vita. Intanto, i rappresentati della Comunità hanno fatto sapere, a quanti si recheranno presso la camera ardente, di non portare alcun omaggio floreale poiché: "Per Don Gallo i fiori ai funerali sono sempre stati fuori luogo".

Domani sera, venerdì, dalle 21.00, nella piccola cappella di San Benedetto è in programma una veglia funebre per dar modo, a chi lo desidera, di esprimere un pensiero. Il rito funebre, invece, si celebrerà sabato alle 11.00 presso la chiesa del Carmine di Genova.

Ad officiare le esequie sarà il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana e Arcivescovo metropolita di Genova: "Lo faccio immancabilmente per tutti i miei sacerdoti", ha dichiarato.

Ultime in Cronaca Italiana
News correlate