Cronaca Italiana
martedì, 8 Ottobre 2013

Far west a Saronno: dopo la taglia l’autocompiacimento

di Matteo Ghidoni
Nuova sbruffonata dei Compro oro contro l'omicida della gioielliera di Saronno
(KIKA) - Un nuovo cartello esposto sui camion di una catena di negozi Comprooro del varesotto, dopo la taglia da cinquantamila Euro offerta a chi avesse scovato l'omicida della gioielliera di Saronno. "Adesso zitti tutti" recita la macabra réclame. Un muscoloso uomo tatuato, con tanto di corona da Re di provincia e accompagnato da  veline con sguardi ammiccanti, appare accanto al volto di Alex Maggio, l'omicida di Mariangela Granomelli, rappresentato dietro a delle sbarre. Un modo di cavalcare l'onda emotiva legata all'uccisione dell'imprenditrice lombarda, all'insegna del buongusto e della discrezione.

La gioielliera uccisa a Saronno, mentre lavorava all'interno del suo negozio "Il dono di Tiffany", era stata in un primo momento colpita ala testa con un portagioie, poi finita a calci e pugni dalla furia di Maggio. "Non volevo ucciderla" avrebbe commentato lui una volta arrestato.

Le riprese delle telecamere di sicurezza installate nei locali in cui è avvenuto l'omicidio hanno catturato delle immagini piuttosto nitide, in cui si è potuto chiaramente distinguere il profilo dell'uomo. Dopo essersi comportato per quaranta minuti come un normale cliente, si era scagliato sulla sua vittima senza lasciarle scampo. Il trentaduenne di origini salentine "Era una persona buona" secondo il padre Antonio, "Sono state le slot machine che lo hanno rovinato"

  1. Aziende Oline
    Ottobre 9, 2013 alle 15:12

    ha detto:

    Articolo da sottoscrivere, il tuo sito è fra quelli
    da consigliare su questa tematica, sempre buone idee, ciao Maddalena

Ultime in Cronaca Italiana
News correlate