Cinema e TV
venerdì, 25 Ottobre 2013

Slitta l’uscita nelle sale di The Monuments Men

di Marcello Puddu
Clooney: "La concorrenza è pazzesca. Ci siamo chiesti se ci fossero altre date"
LOS ANGELES - George Clooney poteva giocarsi due importanti carte per vincere il premio Oscar, ma al momento le sue chance sono limitate alla sua performance in Gravity.

L'uscita nelle grandi sale di The Monuments Men, pellicola in cui  ricopre il doppio ruolo di attore e regista, è stata spostata dal diciotto dicembre a metà febbraio. Inevitabili le polemiche per lo slittamento, ma Clooney ha provato a spegnere sul nascere ogni dibattito: "I fatti sono questi. Abbiamo avuto un incontro con tutti i ragazzi che lavorano agli effetti speciali. Poi abbiamo guardato la data d'uscita , il 18 dicembre. Non so quanti film stiano per uscire, ma potrebbe essere uno dei mesi di dicembre più duri della storia recente al botteghino. La concorrenza è pazzesca. Ci siamo chiesti se ci fossero altre date. Abbiamo guardato febbraio e abbiamo deciso per il rinvio".

Non mancano d'altra parte esempi del passato a favore di questa scelta: la pellicola di Martin Scorsese Shutter island, subì un ritardo simile e uscì a febbraio, diventando uno dei maggiori successi commerciali del regista: "Non avevamo abbastanza tempo. Se gli effetti speciali fossero risultati scadenti, l’intero film sarebbe risultato scadente. Semplicemente non abbiamo abbastanza gente disposta a lavorare a sufficienza per finirlo in tempo. Non potevo finirlo in questo modo e non ci avrei messo mio nome. Non vuoi mai che un film assomigli a qualcosa che è sfacciatamente fatto al computer", ha concluso Clooney.

Ultime in Cinema e TV
News correlate