Cronaca estera
lunedì, 23 Dicembre 2013

Adozioni: Parla una delle coppie bloccate in Congo

di Matteo Ghidoni
I coniugi Morandin hanno il Visto scaduto: "Chiusi in casa con nostro figlio"


ESCLUSIVO - KINSHASA - Le autorità della Repubblica democratica del Congo hanno confermato di voler sospendere le procedure di adozione per diversi bambini della Repubblica Centrafricana, venendo meno agli impegni presi con il nostro Paese e con le ventisei coppie che restano di fatto bloccate, in attesa di poter tornare in Italia in compagnia dei figli addottivi. Il Minisro degli Esteri Emma Bonino, ha chiamato a colloquio l’Ambasciatore  del Congo a Roma, Albert Tshiseleka Felha, per comunicare il disappunto dello Stato riguardo al caso: “E’ fortemente preoccupante. Non avete rispettato gli accordi verbali presi a novembre con il nostro ministro Kyenge. Siamo sconcertati”.

I coniugi Marco e Francesca Morandin, trevigiani, sono una delle coppie italiane che sta attualmente vivendo questa situazione precaria. Il loro visto è scaduto e loro sono di fatto costretti a non uscire dal loro alloggio a Kinshasa, in quanto clandestini. “Abbiamo legato molto con il nostro nuovo figlio e non vogliamo lasciarlo qui, sia per noi che per lui sarebbe traumatico….Vorremmo che le più alte cariche dello Stato si impegnassero per sbloccare la situazione”

ASCOLTA L'INTERVISTA:

Ultime in Cronaca estera
News correlate