Cronaca estera
mercoledì, 8 Ottobre 2014

Lo scheletro nell’armadio del Pastore di Settimo Cielo

di Redazione
Stephen Collins e gli altri VIP accusati di molestie sessuali ai danni di minori
LOS ANGELES - Ennesimo caso di molestie sessuali ai danni di minori scoperto ad Hollywood e il sospettato stavolta altri non è che Stephen Collins, il famoso pastore e padre di famiglia del telefilm Settimo Cielo.

L'attore stesso avrebbe confessato in una sessione di psicoterapia con l'ex moglie di essersi esposto e fatto toccare da 3 differenti bambine tra gli 11 e i 14 anni in diverse occasioni. La polizia di New York, dove si sarebbe verificato il primo caso di molestie già negli anni '70 ai danni di una parente della prima moglie di Collins, ha confermato di aver aperto un'indagine ai danni dell'attore a seguito della pubblicazione della registrazione da parte del sito TMZ.com

Tra i VIP molestatori di minori formalmente riconosciuti tali vi sono il regista Roman Polanskiaccusato di aver avuto rapporti sessuali con una tredicenne nel 1977, e il disturbatore Gabriele Paolini, arrestato con l'accusa di induzione e sfruttamento  della prostituzione minorile. Al centro di rumors e speculazioni ma mai formalizzate anche le perversioni di Michael Jackson, Woody Allen, Pier Paolo Pasolini e, più recentemente, il regista Bryan Singer.

Ultime in Cronaca estera
News correlate