Gossip
mercoledì, 22 Ottobre 2014

Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page

di Tiziano Marino
Un istituto salesiano ha vietato le riprese di alcune scene all'interno dei propri spazi
Ellen Page - New York - 15-10-2014 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Julianne Moore - Toronto - 10-09-2014 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Julianne Moore - New York - 12-09-2014 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Ellen Page, Julianne Moore - New York - 02-10-2014 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Michael Shannon, Julianne Moore - New York - 02-10-2014 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Ellen Page - Los Angeles - 21-03-2011 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Ellen Page - 02-03-2014 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Ellen Page - Los Angeles - 29-05-2013 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Ellen Page - Londra - 08-07-2010 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Julianne Moore - Toronto - 10-09-2014 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page Ellen Page, Julianne Moore - New York - 02-10-2014 - Censura cattolica: bandito il film sull’amore gay di Ellen Page
LOS ANGELES - Un film non gradito alla dottrina cattolica e quindi da censurare. Stiamo parlando dell'ultima pellicola del regista Peter Sollett, Freeheld, con Ellen Page e Julianne Moore, rispettivamente nel ruolo di una meccanica del New Jersey, Stacy Andree e della sua ragazza poliziotta, Laurel Hester, che combattono strenuamente per il riconoscimento dei diritti civili in favore delle coppie omosessuali.

Accade così che un istituto cattolico di New York, la Salesian High School, vieti alla produzione di girare alcune scene all'interno dei propri spazi. Il motivo? La promozione dell'omosessualità, da sempre uno dei più grandi problemi all'interno del mondo della Chiesa Cattolica, nononstante le recenti aperture di Papa Bergoglio.

"Credo che il tema trattato nel film - spiega il produttore Michael Shamberg - sia stato riconosciuto da Papa Francesco in occasione della sua richiesta, fatta ormai qualche tempo fa, di accogliere senza giudicare le persone omosessuali".

Ultime in Gossip
News correlate
Per continuare a navigare sul sito, in seguito al nuovo regolamento sulla privacy (GDPR), ti chiediamo di consentire l'uso di cookie e tecnologie similari, al fine di personalizzare la tua user experience. Visita la nostra Informativa sulla privacy per saperne di più.