Cinema e TV
venerdì, 24 Ottobre 2014

Tutti gli ex, violenti e donnaioli, di Anjelica Huston

di Redazione
Ryan O'Neal la picchiò, Jack Nicholson la tradì più di una volta
LOS ANGELES - Anjelica Huston, Morticia nella Addams Family del 1991, ha aperto l'armadio dei ricordi e ha regalato al suo pubblico qualche scheletro della Hollywood anni Settanta. A dire il vero un prezzo questi ricordi ce l'hanno, ed è quello marchiato sul retro di copertina del suo libro in uscita il primo novembre negli Stati Uniti, dal titolo Watch Me.

Nella biografia l'attrice ha raccontato particolari scottanti dei suoi ex fidanzati più noti: con Ryan O'Neal, per esempio, la storia è finita dopo un'aggressione violenta che la stessa Huston subì dirante un party a Hollywood. Il racconto è stato pubblicato in anteprima sul National Enquirer:

"Si è girato verso di me, mi preso per i capelli e mi ha colpito in fronte con la parte superiore del suo cranio. Ho visto le stelle e, con la vista annebbiata, sono scappata via da lui".

Non solo metaforicamente, aggiungiamo noi. La fine della storia con l'insospettabile violento, infatti, ha riportato Anjelica tra le braccia del suo amore a intermittenza tra il 1973 e il 1989, Jack Nicholson. Da lui, però, l'attrice si è poi allontanata perché troppo donnaiolo. Pare, infatti, che dopo aver ceduta alle avances dell'ennesima fan, colto sul fatto abbia risposto così alla fidanzata: "Tesoro, è stata una sc... per pietà". Ma da lui, un po' ce lo si poteva anche aspettare.

Infine, è arrivato l'amore vero, lo scultore Robert Graham, nel 1992. Con lui è durata fino al 2008, anno della morte dell'artista.

Nel libro, poi, Anjelica ha raccontato anche dell'arresto per un grammo di cocaina che le trovarono in borsa durante una perquisizione e un altro arresto, quello di Roman Polansky, accusato di aver violentato una 13enne proprio nella casa di Jack Nicholson.

Ultime in Cinema e TV
News correlate