Curiosità
mercoledì, 4 Marzo 2015

Ecco a voi il museo degli orrori indelebili

di Alessandro Cona
Il troppo stroppia: quando il tatuaggio è così strano da diventare impresentabile.
MILANO - Solo qualche decennio fa il tatuaggio era appannaggio di una cerchia ristretta di persone e non certo una moda come al giorno d'oggi, spinta anche e soprattutto dalle star dello showbiz.

Come ogni moda, anche quella dei tattoo porta con sè le inevitabili esagerazioni e non solo in termini di quantità dei disegni sulla pelle.

Sono i soggetti dei tatuaggi stessi a volte a risultare talmente trash da apparire pressoché ridicoli.

Di seguito vi presentiamo una serie di tatuaggi che non sfigurerebbero affatto in un museo degli orrori: dagli occhi aperti tatuati sulle palpebre chiuse, ad ascelle che per l'occasione diventano peli pubici femminili, ce n'è per tutti i gusti, cattivi ovviamente.

Ultime in Curiosità
News correlate