Curiosità
martedì, 5 Maggio 2015

Hulk esiste, ma è l’olio sintetico a gonfiare i muscoli

di Marcello Puddu
L'ex bodyguard iniettava Synthol nei bicipiti, rischiando l'amputazione delle braccia.
GOIANA - Sui grandi schermi mondiali l’incredibile Hulk distrugge e fa manbassa dei cattivi grazie alla forza regalata dalla sua furia. L’eroe verde della Marvel però è stato una cattiva ispirazione per Romario Dos Santos Alves, ex guardia del corpo con la fissa per i muscoli: un uomo disposto a tutto pur di raggiungere il suo mito.

L’ossessione di far crescere la massa muscolare lo ha portato a iniettarsi cocktail di alcol e olio nelle braccia, portando i bicipiti a una circonferenza di 63 centimetri, ma anche al rischio dell’amputazione delle braccia.

Alcuni ragazzi della palestra mi hanno introdotto all’uso del Synthol e io, esaltato dai risultati, ho perso il controllo”. È stato l’intervento della moglie a salvarlo, visto che perseverare nel suo folle piano l’avrebbe portata a lasciare il marito e chiedere in custodia il figlio.
Da quel momento Alves ha smesso con il Synthol, ma il riempitivo sintetico ha reso le sue braccia dure come la pietra e i medici gli hanno prospettato l’amputazione.

Sono caduto in depressione, ho perso il lavoro e ho tentato il suicidio”, l’ammissione di Alves che si è salvato solo grazie a un disperato intervento, riuscito, per la rimozione del Synthol dalle braccia.

Una storia che ricorda quella di Moustafa Ismail: il Braccio di Ferro in carne e ossa.

Ultime in Curiosità
News correlate