Gossip
Milano - venerdì, 8 Ottobre 2021
Ilda Boccassini, nell'autobiografia la passione per Falcone
"Cosa avrebbe riservato il destino a me e Giovanni, se non fosse morto così precocemente?"
Ilda Boccassini - Milano - 01-12-2011 - Ilda Boccassini, nell'autobiografia la passione per Falcone

(KIKA) - MILANO - Fa discutere La Stanza numero 30 Cronache di una vita, il libro in cui Ilda Boccassini, ex procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Milano  racconta il suo lavoro alla Procura del capoluogo meneghino, dove arrivò nel 1979.

LEGGI ANCHEIlda Boccassini, anche i magistrati fanno shopping

L'ex magistrato oggi 72enne, ora in pensione, si è occupata tra le altre cose di Mani Pulite, terrorismo, mafia, 'ndrangheta e più recentemente del caso Ruby ma a sollevare un polverone non sono state sue dichiarazioni relative a Berlusconi quanto piuttosto il racconto della sua passione per il giudice Giovanni Falcone, scomparso in un attentato a Capaci nel 1992 insieme alla moglie Francesca Morvillo e agli uomini della sua scorta.

LEGGI ANCHE: La salma di Giovanni Falcone nella basilica di San Domenico

Ilda Boccassini conobbe Falcone negli anni '80 e, scrive, "Me ne innamorai. È molto complicato per me parlarne. Sicuramente non si trattò dei sentimenti classici con cui siamo abituati a fare i conti nel corso della vita. No. Il mio sentimento era altro e più profondo, non prevedeva una condizione di vita quotidiana, il bisogno di vivere l’amore momento per momento."

"Ero innamorata della sua anima, della sua passione, della sua battaglia, che capivo essere più importante di tutto il resto. Sapevo di non poter condividere con lui un cinema o una gita in barca, pur desiderandolo, ma non ero gelosa della sua sfera privata, né poteva vacillare la mia. Temevo che quel sentimento potesse travolgermi. E così in effetti sarebbe stato, perché lo hanno ucciso".

'Boccassini racconta anche di una notte trascorsa abbracciata a Giovanni Falcone su un volo per l'Argentina, dove si stavano recando per interrogare  il boss Gaetano Fidanzati. "Avevo anche un walkman con una cassetta di Gianna Nannini , che ho imposto a Giovanni per tutta la durata del viaggio. Alcune canzoni mi facevano pensare alla nostra storia e le ascoltai più volte, per ore, stringendomi a lui. In top class non c’erano altri passeggeri, eravamo soli in quel lusso rilassante, la nostra intimità disturbata solo dall’arrivo delle hostess. Rimanemmo abbracciati per ore, direi tutta la notte, parlando, ascoltando Gianna Nannini e dedicandoci di tanto in tanto ad alcuni dettagli dell’interrogatorio e ai possibili sviluppi dell’indagine . Che notte..."

LEGGI ANCHEMilano: Falcone e Borsellino campeggiano su Palazzo di Giustizia

Non sono piaciute a tutti le rivelazioni di Ilda la rossa, come venne chiamata per via dei suoi capelli che in realtà sono castani ma che piacevano tanto a Falcone:  "A Giovanni «piacevano molto i miei riccioli. Quante volte mi ha detto che i miei occhi “erano bellissimi”. Tra coloro che le hanno criticate, la giornalista Francesca Barra che ha affidato a Instagram un duro sfogo ripreso anche da Dagospia.

LEGGI ANCHENdrangheta: per Ilda Boccassini potrebbero esserci altri arresti

"Giovanni Falcone era sposato con Francesca Morvillo che ha perso la vita perchè era accanto a lui durante l’attentato . E non credo che la Boccassini, per vendere un libro , possa raccontare così liberamente della sua relazione con il Giudice, infangando la memoria di una moglie", scrive la giornalista, lamentando che tutto si sia ormai  "normalizzato in questo c...o di Paese, anche le corna fatte ad una vittima. Doppiamente vittima a questo punto, che nemmeno può tirarle una scarpa in faccia".

Critica e tagliente anche Tiziana Maiolo che su Il Riformista descrive così le rivelazioni su Falcone, allora sposato, e il legame con la Boccassini: "Qualcosa di grande, reso piccolo dal racconto su un uomo che tradisce la moglie, come se avesse qualche importanza se non per l’io immenso di una donna che vuole, che ha sempre voluto essere presente, ritagliarsi almeno un angolino nella vita di chi è diventato un mito. Esserci. Essere chiamata a grandi cose".

Loading the player...
Video di Francesco Bellina

Ultimi video
Ultime gallerie in Gossip