Gossip
Roma - martedì, 3 Settembre 2019
Vasco contro Paragone: "Politici, giù le mani dalla mia musica!"
Il rocker di Zocca replica così al senatore del M5S che scriveva "C'è chi dice no".
Gianluigi Paragone, Vasco Rossi - 03-09-2019 - Vasco contro Paragone:

(KIKA) - MILANO - Le polemiche legate alle larghe intese - fino a un certo punto - che stanno portando a un accordo di governo tra il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle hanno sconfinato nella querelle musicale: così ecco Vasco Rossi in persona rispondere - a mezzo social - a Gianluigi Paragone che citando una sua celebre canzone ribadiva il no all'accordo di governo.

LEGGI ANCHE: Steven Tyler e gli altri: giù le mani dalla mia musica!

"C'è chi dice no! Io non mi muovo! C'è chi dice no!", così scriveva su Facebook, il giornalista ora senatore del Movimento, di corredo a un video in cui affermava la sua posizione. Ma sentitosi chiamato in causa, il rocker di Zocca ha replicato, sempre via Facebook, invitando Paragone in particolare e i politici in generale a essere più originali e trovare da sé le parole per esprimersi, senza saccheggiare la musica.

Vasco Rossi - 03-09-2019 - Vasco contro Paragone: Gianluigi Paragone - 03-09-2019 - Vasco contro Paragone: Vasco Rossi - Milano - 01-06-2019 - Vasco contro Paragone: Vasco Rossi - Milano - 01-06-2019 - Vasco contro Paragone: Vasco Rossi - Milano - 01-06-2019 - Vasco contro Paragone: Vasco Rossi - Roma - 11-06-2018 - Vasco contro Paragone: Gianluigi Paragone - Roma - 28-08-2012 - Vasco contro Paragone: Vasco Rossi - Milano - 01-06-2019 - Vasco contro Paragone: Gianluigi Paragone - Roma - 28-08-2012 - Vasco contro Paragone: Gianluigi Paragone, Vasco Rossi - 03-09-2019 - Vasco contro Paragone:

"C'è chi dice no lo dico io: i politici devono mettere giù le mani dalle mie canzoni ! Che imparino a usare parole originali loro e a non strumentalizzare la musica !! c’è chi usa le mie canzoni per le sue campagne politiche e di opinione .. voglio sia chiaro che io non autorizzo nessuno a farlo e per quello che mi è possibile cerco di impedirlo..", ha tuonato Vasco Rossi prima di concludere sibillino ma non troppo: "tanto meno si può pensare che io sia d‘accordo con le opinioni di chi usa le mia musica per chiarire le sue idee confuse !!"

LEGGI ANCHEConte bis, Zingaretti: "Chiudere stagione dell'odio"

Parafrasando Eugenio Montale, che con "Non chiederci la parola" allontanava l'idea del poeta come araldo della politica dominante (in quegli anni la dittatura fascista), potremmo dire ora con Vasco "Non prenderci la parola, trovala da te!"

LEGGI ANCHE: Metallica, il tributo a Vasco Rossi che non ti aspetti

Loading the player...
Video di cb

Ultime gallerie in Gossip
Ultimi video
Per continuare a navigare sul sito, in seguito al nuovo regolamento sulla privacy (GDPR), ti chiediamo di consentire l'uso di cookie e tecnologie similari, al fine di personalizzare la tua user experience. Visita la nostra Informativa sulla privacy per saperne di più.